Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Dovizioso sicuro: “Lorenzo subito forte, ma giocarsi i campionati è un altro discorso”

LaPresse/EFE

Andrea Dovizioso soddisfatto e positivo dopo la seconda giornata di test IRTA a Valencia

E’ terminata anche la seconda giornata di test IRTA a Valencia. Il più veloce è stato ancora una volta Maverick Vinales in sella alla Yamaha, seguito da Marquez e Dovizioso. Un po’ più indietro invece Rossi e Lorenzo, non più compagni di squadra, che chiudono rispettivamente col settimo e ottavo tempo.

doviziosoSoddisfatto del lavoro di questi due giorni spagnoli Andrea Dovizioso: “sono contento di questi due giorni perchè dovevamo confermare alcuni aspetti della nuova moto dato che non andiamo a fare i test a Jerez che andranno a fare gli altri siamo riusciti a fare tutto il lavoro, sono contento perchè andiamo a casa tranquilli del programma che avevamo, abbiamo fatto varie prove un po’ su tutto a 360°, abbiamo fatto anche la controprova a fine giornata e abbiamo confermato i piccoli miglioramenti che abbiamo fatto, non andiamo tot decimi più forte ma tutto viene più facili, abbiamo vari miglioramenti ma la vera differenza è che adesso abbiamo la possibilità di fare certi set up e certe prove che con l’altra eravamo arrivati al limite“, ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport al termine del secondo giorno di test.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Impossibile poi non parlare del suo nuovo compagno di squadra che ha dimostrato di andare subito forte in sella alla Ducati: “se siete sorpresi che Lorenzo vada forte mi sorprendo io. La Ducati tanti anni fa era in un modo adesso è in un altro, abbiamo lavorato molto e adesso la base è buona, va forte più di un pilota, stiamo parlando di Jorge, un campione, anche se può avere un carattere o un accertamento in un certo modo comunque sa benissimo come guidare una moto, non mi aspettavo che andasse piano, poi andare forte e stare davanti in gara e giocarci i campionati è un altro discorso ed è una cosa che si vedrà il prossimo anno ma non sono assolutamente sorpreso dopo questi due giorni che ha fatto Jorge, perchè la moto è buona, indubbiamente dobbiamo migliorare certi aspetti, ci siamo lamentati di certi limiti questi ci sono, credo li abbia trovati anche lui e ci focalizzeremo su questi che sono quelli che ci mancano per stare là davanti“, ha concluso il ducatista.