Mercoledi 7 Dicembre

L’orrore del ghetto, la morte di Yetunde: “Straight Outta Compton”, la triste storia di Venus e Serena Williams

LaPresse/Reuters

Serena e Venus Williams sono tornate a Compton, dove tutto è inziato: il ghetto violento che le ha fatte diventare grandi ma si è preso la loro sorella Yetunde

Los AngelesChe città è Los Angeles? Spiagge da sogno, un panorama mozzafiato, il quartiere di Hollywood, le celebrità a Beverly Hills, Bel Air e Malibù, il lunapark di Santa Monica, la rendono una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo. Molti ignorano però l’altra anima della Città degli Angeli, quella oscura, dei ghetti all’ombra dello sfarzo e della ricchezza, quella in cui gli stessi angeli si ritrovano inchiodati all’asfalto per un regolamento di conti, quella delle gang che non sono ‘I ragazzi di Beverly Hills‘, quella dove i prìncipi non sono ‘Fresh’ come Will Smith a ‘Bel Air‘ ma fanno della droga e della criminalità le basi del loro regno.

small_110614-164904_usopen04_copiaForse il ghetto più conosciuto è quello di Compton, a due passi dall’aereoporto di Los Angeles e dal centro di allenamento dei Lakers, un quartiere dal quale in tanti voglio uscire ma in pochi realmente ci riescono, portandosi comunque dietro il ricordo delle difficoltà della loro infanzia. ‘Straight Outta Compton‘, il mito del lasciarsi il ghetto alle spalle, qualcuno c’è riuscito a realizzarlo ma non stiamo parlando di Eazy-e, Dr Dre e Ice Cube dei NWO, ma di due sorelle, Serena e Venus Williams.

small_140109-160110_to250105est_0790Le ‘Sisters‘ più famose del tennis sono nate e cresciute come donne e come sportive, in questi luoghi, dove nei campetti le palline nemmeno rimbalzavano, dove al calar del sole il coprifuoco era quasi ‘spontaneo’ e le gang trovavano le condizioni adatte per imporre la loro legge. Le due sorelline hanno iniziato proprio a Compton a muovere i primi passi grazie a papà Richard che ha visto nella durezza del ghetto la possibilità di far diventare Venus e Serena due campionesse: lì è dove volevo crescere le mie figlie, dove le avrei fatte diventare due campionesse: non c’era posto peggiore di Compton in tutta l’America. Il ghetto ti rende più forte e ti indurisce“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ma si sa, il ghetto dà, il ghetto prende. Il prezzo di quella crescita umana che papà Richard ha voluto in qualche modo forzare nelle sue figlie è stato alto: la morte di Yetunde Prince, sorellastra maggiore, molto legata alle due tenniste, freddata da dei colpi di pistola mentre si trovava in macchina con il fidanzato, vero obiettivo dell’agguato. Da quel giorno in poi, Serena e Venus sono diventate due icone del tennis mondiale, vincendo 29 Slam in due. Il resto è storia.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Le Williams sono ritornate spesso a Compton “mantendendo un basso profilo” come ha spiegato più volte Venus, ma l’occasione del loro ultimo come back è stata fra le più importanti. Le due hanno inaugurato il “Venus & Serena Williams Court of Champions“, la versione rinnovata e rimodernata, del campetto nel quale giocavano da piccole, simbolo di speranza e di integrazione oltre che ancora di salvezza per i giovani che grazie allo sport possono liberarsi dalla morsa delle gang e della criminalità. Ritorno alle origini che le due tenniste americane hanno voluto dedicare anche alla sorella Yetunde: “vogliamo onorare la memoria di nostra sorella, la più anziana di tutte noi e la più amata“.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Nel suo nome è stato costruito il Yetunde Price Resource Center, una struttura che aiuterà le persone con traumi psicologici dovuti a morti violente in famiglia. Un’altra pennellata di colore in quartiere nel quale sembra poter cambiare qualcosa. Dal 2013 infatti, il nuovo sindaco Aja Brown, ha convinto le due gang rivali, Crips e Bloods, a firmare una tregua e si è passati da un ghetto nel quale il 91.5% delle persone morte erano state uccisi da un’arma da fuoco (la media nazionale è del 67.7%), a un quartiere nel quale il numero di omicidi è sceso a 15 nel 2015.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Il merito non sarà solo delle Williams, ma la loro importanza, anche come modelli puliti e corretti da seguire, è fuor di dubbio. Serena e Venus torneranno sempre in quei luoghi, del resto una vecchia frase diceva “puoi togliere un ragazzo dal ghetto, ma non potrai mai togliere il ghetto dal ragazzo“, e anche per loro sarà così: loro che da quel ghetto sono riuscite a uscirci, a differenza di tante altre persone che li ci sono rimaste per sempre, come Yetunde.