Domenica 4 Dicembre

Lazio, Parolo esalta Inzaghi: “ha tanta voglia di fare. Immobile? Per me non è una sorpresa”

Marco Rosi/LaPresse

Intervistato ai microfoni di Premium, Marco Parolo ha analizzato la stagione della Lazio, esaltando Inzaghi e Immobile

Inzaghi ci ha dato libertà di gestione, ci ha dato energia fresca, ha tanta voglia di fare, è una persona molto aperta al dialogo ed è molto convinto dei suoi mezzi: noi lo seguiamo e i risultati stanno arrivando“. Così il centrocampista della Lazio, Marco Parolo, ai microfoni di “Premium Sport“.

LaPresse/Action Press

LaPresse/Action Press

Il potenziale questa squadra lo aveva anche prima, dovevamo solo trovare l’amalgama giusta. Ci siamo riusciti, abbiamo gestito diversi casi in maniera perfetta grazie al mister e a Peruzzi che ci sta dando una grossa mano – ha proseguito Parolo – le cose hanno iniziato a girare fin da subito e ora non vogliamo fermarci“. La squadra sta facendo bene e molti giocatori si stanno mettendo in mostra, a gennaio arriva il mercato di riparazione e qualche grande potrebbe farsi avanti per i gioielli biancocelesti. “Indipendentemente da quello che succederà a gennaio l’importante è che rimanga lo spirito di questa squadra. Poi, ovviamente, se dovessero rimanere i giocatori con più talento ben venga ma se dovessero andare via, quelli che arriveranno dovranno avere la stessa voglia“.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Tra i protagonisti di questa prima parte di stagione Immobile: “Ciro per me non è una sorpresa, lo conoscevo già in Nazionale, ha sempre fatto gol e doveva solo trovare l’ambiente giusto. L’ha trovato a Torino e lo sta trovando anche qua, all’estero ci può stare di trovare qualche difficoltà con la lingua e l’ambientamento“. Secondo Parolo il tridente della Lazio “è composto da giocatori fortissimi che però devono capire che non hanno ancora dimostrato niente: potenzialmente sono tra i tridenti più forti del campionato ma in pratica devono dimostrarlo da qui fino alla fine della stagione. Obiettivo stagionale? Dobbiamo porci dei traguardi sempre maggiori ma tutto passa dal lavoro quotidiano che non deve mai mancare: se capiamo questo penso che potremmo arrivare molto in alto in classifica“. (ITALPRESS)