Sabato 10 Dicembre

Khedira, accuse alla Juventus: “batosta dura, ecco da cosa è dipesa. E sulla qualità del gioco…”

LaPresse/Daniele Badolato

Khedira alza la voce e analizza il momento bianconero: il centrocampista tedesco affronta qualche tema scottante

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, Khedira alza la voce – A volte certe batoste servono per ricordare di non abbassare mai la concentrazione”. Sami Khedira prova a trarre insegnamento del ko di Marassi, il terzo in campionato e arrivato come con Inter e Milan nella stessa settimana della Champions. “Forse dipende dalla concentrazione ma sono state partite tutte dure e nei primi due casi avevamo giocato meglio e avevamo avuto anche la possibilità di vincere – l’analisi del centrocampista tedesco ai microfoni di Sky Sport – Col Genoa è andata diversamente ma sono anche cose che possono succedere. Sappiamo che dobbiamo migliorare il nostro gioco, per la qualità della nostra squadra possiamo giocare meglio. Vinciamo, una qualità molto importante, ma vogliamo esprimerci meglio, dobbiamo migliorare sotto questo aspetto.

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus, Khedira alza la voce – Il rientro imminente di Dybala, in questo senso, potrebbe essere di grande aiuto. “Ci è mancato molto nelle ultime settimane – riconosce Khedira – E’ importante per noi, ci arricchisce con le sue caratteristiche, con la sua tecnica, regala momenti speciali col suo sinistro, le sue punizioni, i suoi corner, e’ un giocatore speciale”. E sabato, allo Stadium, arriva l’Atalanta, reduce da sei vittorie di fila e grande sorpresa della stagione. “E’ una squadra molto buona, molto forte e può aspirare a essere il nuovo Leicester – chiosa Khedira – ma noi siamo la Juve, abbiamo i nostri obiettivi e sabato vogliamo batterli. Li abbiamo visti contro la Roma, è una squadra tosta, che non si arrende mai, dopo il primo tempo poteva essere sotto 2-0 o 3-0 e alla fine ha vinto. Hanno una grande mentalità e non sarà facile per noi