Venerdi 9 Dicembre

Juventus, furia Allegri: ma l’allenatore bianconero ha perso di vista la realtà

LaPresse/Spada

Allegri bacchetta la Juventus dopo il pareggio con il Lione, poi però nega che la sua squadra in questo momento gioca male

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Juventus, che combini Allegri? – “La Champions non si vinceva stasera e neanche alla prossima si vince a maggio: è un cammino lungo, proprio come in campionato. Oggi dopo l’1-1 non si doveva più rischiare, invece è successo e se avessimo perso a quel punto ci saremmo dovuti giocare la vita a Siviglia”, analisi, quella di Massimiliano Allegri, che non fa una piega. Il pareggio con il Lione ha sollevato qualche critica intorno all’ambiente bianconero e l’allenatore della Juventus ai microfoni di Mediaset Premium punta il dito contro la sua squadra: “a me non interessa forzare la giocata se l’altra squadra sta nella sua metà campo, il nostro obiettivo era vincere e potevamo risparmiare energie non era una vergogna tenere palla e gestire”.

LaPresse/Francesca Soli

LaPresse/Francesca Soli

Juventus, che combini Allegri? – C’è una cosa, però, che ultimamente emerge dalle parole dell’allenatore bianconero: Allegri sembra aver perso di vista la realtà, almeno in ambito europeo. “Non è vero che giochiamo male: la Juventus non può avere 7 punti di vantaggio in Serie A e giocare male e ci stiamo giocando il passaggio del turno in Champions”. Giusto, ma per trionfare in Champions serve di più, serve il gioco. Un’identità che la formazione bianconera non ha ancora trovato. Allegri al momento sembra accontentarsi del risultato ma questo sarebbe un errore grave. Un errore che in casa bianconera è vietato commettere.

Clicca qui per il VIDEO del gol di Higuain che ha illuso la Juventus contro il Lione

Clicca qui per il VIDEO della rete di Tolisso che ha gelato la Juventus