Domenica 4 Dicembre

“Io, il Pogba bianco!” Atalanta, senti Gagliardini: “quella volta che dimenticai la borsa…”

LaPresse/Alessandro Fiocchi

Convocato in Nazionale da Ventura, Gagliardini dell’Atalanta si racconta: “mi rivedo in Pogba. Gasperini in allenamento ci massacra”

LaPresse/Mauro Locatelli

LaPresse/Mauro Locatelli

Gagliardini come Pogba? Sorriso Atalanta – Carta d’identità che recita 1994, talento così puro che va oltre ogni qualsiasi dato anagrafico. Il volto nuovo (ma destinato a diventare ‘consueto’) nella Nazionale di Ventura si chiama Roberto Gagliardini. Professione centrocampista, squadra Atalanta. “Dicono che parlo in fretta e soprattutto mi dimentico tutto. Una volta, da piccoli, io e mio fratello siamo andati al campo ma abbiamo dimenticato la borsa a casa. Tutti e due!”, di sicuro, però, Gagliardini non dimentica cosa si fa con una palla tra i piedi. “Gasperini in allenamento ci distrugge – racconta in esclusiva alla Gazzetta dello Sport il centrocampista dell’Atalanta – ricordo un allenamento prima di Atalanta-Napoli, mi ha dato la casacca dei titolari e ho pensato ‘Oh, vuoi vedere che…’ Lo ha fatto veramente”.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Gagliardini come Pogba? Sorriso Atalanta – Gagliardini, che lo stesso Gasperini qualche giorno fa definì come il ‘Pogba bianco’: “Pogba è il più impressionante che abbia mai visto. Ricordo un duello sulla fascia con Baselli, ha allargato un braccio e Base è volato via. Pogba è fortissimo, troppo più forte, però mi rivedo in lui”. Firmato Gagliardini. Uno a cui è concesso anche di dimenticare il borsone a casa…”