Venerdi 9 Dicembre

Ha vinto Guardiola! Yaya Touré fa marcia indietro e attacca il suo agente: “ecco cosa dico a Pep”

LaPresse/PA

Fine della polemica che da inizio settembre ha come protagonisti Guardiola e Yaya Touré: l’ivoriano, ai margini del City, chiede scusa all’allenatore

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Guardiola-Yaya Touré, pace City – Alla fine, Pep Guardiola ha ottenuto ciò che voleva, e cioè le scuse pubbliche. Yaya Touré si è dissociato sul suo account di Facebook dalle parole del suo procuratore, Seluk, che lo scorso fine settembre ha ‘ingaggiato’ un duello verbale con il tecnico spagnolo del Manchester City. La diatriba è nata dall’esclusione del 33enne centrocampista ivoriano dalla lista per la Champions operata dal tecnico spagnolo. “Ha voluto umiliarlo”, le prime parole di Seluk. “Non gioca più finchè non chiede scusa”, la replica dell’ex mister del Barcellona. “Si crede un Dio”, l’affondo dell’agente di Toure’.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Guardiola-Yaya Touré, pace City – Che, dopo oltre un mese, esce allo scoperto “Voglio chiedere scusa a nome mio e del mio agente ha scritto su Fb Touré – Le parole di mio agente non rappresentano quello che provo per questo club. Sono stato molto orgoglioso di scrivere la storia di questa squadra e voglio continuare a farlo. Vivo per giocare a calcio e far divertire i tifosi. A questo proposito, vorrei ingraziare tutti i fan per i loro messaggi in questo periodo difficile. Questo significa molto per me e per la mia famiglia“. Toure’, rimasto ai margini dei Citizens con una sola presenza in questo avvio di stagione, potrebbe cosi’ scalare di nuovo posizioni nelle ‘preferenze’ di Guardiola, anche se i rumors vorrebbero l’africano sul mercato gia’ in questa sessione invernale. (ITALPRESS).