Martedi 6 Dicembre

Galliani, bordata al Milan cinese: “nuovi trionfi in Europa? Ecco cosa dico”

LaPresse/Spada

L’amministratore delegato del Milan Galliani non risparmia una stoccata alla nuova proprietà cinese pronta a rilevare il club rossonero

Jonathan Moscrop

Jonathan Moscrop

Milan, la stoccata di Galliani – Il momento dei saluti si avvicina e Adriano Galliani è pronto, seppur a malincuore, a dire addio al mondo Milan dopo 30 anni. “Il Milan è nato il 16 dicembre del 1899, l’importante è il bene del Milan, i dirigenti passano. L’importante è che il Milan continui e che faccia bene come con Berlusconi. Il Presidente lo sento sempre, tutti i giorni. E’ innamorato del Milan. Trent’anni fa mi ha detto che il Milan ferisce la sfera dei sentimenti. Berlusconi è attentissimo, entrambi gioiamo quando il Milan vince, come gioivamo prima di prendere il club. Era una passione antecedente all’acquisto e anche dopo la vendita. La fede rossonera non si cambia. Dopo il closing resterò tifoso”.

Spada

Spada

Milan, la stoccata di Galliani – Queste le parole rilasciare dall’attuale amministratore delegato rossonero Adriano Galliani e riportate da MilanNews.it, con il dirigente del Milan che lancia una stoccata alla futura nuova proprietà cinese: “Milan nuovamente ai vertici dopo il passaggio ai nuovi proprietari? Spero di sì, ma è diventato difficilissimo in Europa dove ci sono realtà colossali. E’ difficile riuscire a ritornare in cima all’Europa, speriamo, ma è molto difficile competere con club come il Barcellona e il Real”.