Giovedi 8 Dicembre

Galeone, bordata alla Juventus (e a Conte): “pensano ‘solo’ a vincere. Vi svelo i problemi di Allegri”

LaPresse/Belen Sivori

Galeone, ‘maestro’ di Max Allegri svela le difficoltà dell’allenatore della Juventus e si lascia andare ad una polemica contro il club bianconero

LaPresse/Daniele Badolato

LaPresse/Daniele Badolato

Juventus-Allegri, il pensiero di Galeone – “La Juve ha sempre giocato per vincere. Lo ha fatto con Conte, con Allegri e con tutti i suoi mister, da sempre. Hanno solo la potenza e la prepotenza di vincere, non gliene importa nulla del bel gioco. Una strategia che in serie A paga e che, però, è più difficile da applicare in Europa“. La pensa così Giovanni Galeone, ex tecnico e da sempre considerato il maestro di Massimiliano Allegri, suo giocatore ai tempi del Pescara. “Bisognerebbe che la Juve di Max – ha spiegato Galeone ai microfoni di Radio Sportva – giocasse tutte le partite europee sulla falsariga di quella con il Bayern che fu un capolavoro dal punto di vista tecnico. Quest’anno, però, Max ha qualche problema in più perché gli sono venuti a mancare giocatori importanti. Pensiamo, per esempio, a Pjanic che viene usato come mediano anche se, in realtà, si tratta di una mezzala un po’ offensiva. E’ difficile giocare con davanti Higuain e Mandzukic; ci riesce solo Allegri”.

lapresse

lapresse

Juventus-Allegri, il pensiero di Galeone – Il primo obiettivo della Juve è superare il turno e magari, nonostante l’importante mercato estivo, intervenire sulla campagna acquisti a gennaio. “Se alla squadra che lo scorso anno ha stravinto il campionato tu aggiungi giocatori come Higuain, Pjanic e Pjaca non hai certo problemi. In Europa, pero’, sarebbe necessario modificare qualcosa e sono certo che Max tenterà di prendere non uno ma due centrocampisti – ha spiegato Galeone -. Con l’inserimento di due centrocampisti, Pjaca, Dybala e Pjanic potrebbero stare alle spalle di Higuain e questa sarebbe una gran soluzione per la Champions. Nonostante il primato in classifica e la qualificazione agli ottavi di Champions a portata di mano, non mancano le critiche nei confronti di Allegri. “A Max non gliene frega nulla. Non è simpaticissimo a molta stampa e non ha nessuno che gli cura l’immagine. Conte, al contrario, e’ un idolo delle folle come dimostra il fatto che noi siamo capaci di esaltarlo per un settimo posto agli Europei e per aver giocato una partita con una squadra ridicola come la Spagna – il parere di Galeone -. Max non ha lo stesso appeal juventino che ha Conte, ma non gli interessa”.