Domenica 4 Dicembre

F1, Whiting spiega: “gli insulti di Vettel? Vi svelo perchè non ho preso provvedimenti”

LaPresse/Photo4

Charlie Whiting spiega cosa lo ha spinto a non prendere provvedimenti nei confronti di Sebastian Vettel dopo gli infelici team radio del Gp del Messico

Due settimane sono già trascorse, per il circus della Formula 1 è già tempo di rimettersi in moto per il Gp del Brasile, penultimo appuntamento di una stagione davvero entusiasmante. La sfida tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton entra nel vivo, 19 punti separano i due piloti della Mercedes, con il tedesco che potrebbe già laurearsi campione a San Paolo vincendo la gara. Alle loro spalle, Ricciardo è già sicuro del terzo posto, ma lotterà comunque per tenere dietro le due Ferrari, scottate dal finale messicano.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Tutti i protagonisti sono oggi in conferenza stampa, insieme a loro si fa spazio Charlie Whiting, il capo dipartimento tecnico FIA oltre a chiarire il perchè delle penalizzazioni su Vettel e Verstappen al Gp del Messico ha anche parlato nuovamente dei team radio del tedesco della Ferrari poco lusinghieri nei suoi confronti: “non è la prima volta che sentiamo delle parolacce nel corso delle gare. Che nell’occasione siano state rivolte a me è stata una situazione infelice che può essere mitigata dalla frustrazione di Sebastian. Ma il fatto che abbia subito voluto incontrami dopo la gare e farmi le mie scuse è stato importante e pronto a dimenticare quanto è successo. Penso che le sue scuse siano abbastanza“, ha spiegato Whiting.