Venerdi 9 Dicembre

F1, Rosberg ‘spaventato’ da Verstappen: “quando mi ha attaccato, ho deciso di non osare”

LaPresse/Photo4

Nico Rosberg si è messo in tasca ieri un ottimo secondo posto che lo avvicina ancora di più al titolo

Emozioni, spettacolo e colpi di scena a non finire: sono stati questi gli ingredienti principali del Gp del Brasile, andato in scena ieri sul circuito di Interlagos.

La Formula 1 in BrasileSe Hamilton si è messo in tasca la nona vittoria in stagione, il vero protagonista è stato senza dubbio Verstappen, capace di risalire fino alla terza posizione a forza di sorpassi davvero pazzeschi. A godere più degli altri, però, è senza dubbio Nico Rosberg, a cui basterà un terzo posto ad Abu Dhabi per festeggiare il titolo: “è stata molto dura, soprattutto per il continuo aquaplaning perché non si capiva mai il limite della vettura – racconta Rosberg – Hamilton si è meritato la vittoria e anche Verstappen ha fatto una bellissima gara, nonostante sia comunque riuscito a stargli davanti. Quando mi ha attaccato non me la sono sentita di osare tanto quanto ha fatto lui, che sicuramente non aveva nulla da perdere. Nel momento in cui mi ha passato c’era davvero tanta acqua in pista, era un rischio che non potevo correre. E poi sono quasi andato a sbattere ad un certo punto, quindi meglio arrivare al traguardo con un buon piazzamento e punti importanti in tasca”. Manca una gara tra Rosberg e il titolo mondiale, ad Abu Dhabi il tedesco non rischierà nulla: “ho corso tutta la stagione pensando al titolo, quindi anche ad Abu Dhabi correrò con quell’obiettivo in testa. Certamente mi piacerebbe concludere l’anno con un bel risultato, ma quello che conta è il titolo“.