Martedi 6 Dicembre

F1 – Ron Dennis lascia ufficialmente la McLaren, poi attacca: “quante falsità sul mio conto”

LaPresse/Photo4

L’ex presidente di McLaren Group costretto a dimettersi dagli altri azionisti per divergenze economiche e aziendali

Dopo 35 anni, Ron Dennis lascia ufficialmente la McLaren. Una decisione ‘forzata’ dagli altri azionisti, TAG e Mumtalakat, scesi in campo per costringere Dennis a dimettersi da presidente e amministratore delegato del McLaren Group. La decisione è stata presa dal manager britannico dopo la riunione del consiglio tenutasi a Woking nella giornata di ieri, in seguito alla quale l’ormai ex dirigente della scuderia di Woking ha diramato un comunicato spiegando tutte le sue verità.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Sono molto dispiaciuto che i rappresentanti di TAG e Mumtalakat, assieme agli altri azionisti di McLaren, abbiano deciso di mettermi alla porta nonostante gli avvertimenti che il resto della gestione della squadra aveva loro posto riguardo alle conseguenze economiche che questa cosa porterà“, dice Dennis in un comunicato. “Le motivazioni che hanno dato sono assolutamente false, il mio stile di gestione dell’azienda è sempre stato uguale, ovvero quello che ha consentito a McLaren come gruppo automobilistico e tecnologico di vincere 20 Mondiali di Formula 1 e fatturare 850 milioni di sterline all’anno. In questo periodo di tempo ho sempre lavorato assieme a colleghi e persone di talento che hanno consentito a McLaren di restare all’avanguardia in termini di tecnologia.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

A loro sarò sempre grato. Ultimamente è stato sempre più chiaro che TAG e Mumtalakat non potevano condividere le mie idee per sfruttare il potenziale di crescita di McLaren. Detto ciò, sono molto preoccupato per un’azienda costruita da me che oggi ha oltre 3.500 impiegati. Continuerò a lavorare con queste due realtà e ad utilizzare tutti i mezzi e le conoscenze per proteggere gli interessi di McLaren fino a quando non scadranno i miei impegni contrattuali, poi lavorerò su un nuovo investimento tecnologico. In questo modo sfrutterò la mia esperienza e le mie risorse finanziarie per fare investimenti in altre opportunità alle quali mi ero avvicinato ultimamente, ma che non avevo avuto tempo di seguire causa i miei impegni“.