Domenica 4 Dicembre

F1, Ricciardo carico in Brasile: “Vettel? Giusto penalizzarlo”

LaPresse/Photo4

Giorno di conferenza stampa a Interlagos, domani parte il week-end che conduce al Gp del Brasile: ecco le parole di Ricciardo

La conferenza stampa di Daniel Ricciardo in Brasile – Due settimane sono già trascorse, per il circus della Formula 1 è già tempo di rimettersi in moto per il Gp del Brasile, penultimo appuntamento di una stagione davvero entusiasmante. La sfida tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton entra nel vivo, 19 punti separano i due piloti della Mercedes, con il tedesco che potrebbe già laurearsi campione a San Paolo vincendo la gara. Alle loro spalle, Ricciardo è già sicuro del terzo posto, ma lotterà comunque per tenere dietro le due Ferrari, scottate dal finale messicano. Tutti i protagonisti sono oggi in conferenza stampa, insieme a loro si fa spazio Charlie Whiting, chiamato per chiarire quanto accaduto due settimane fa con Vettel e Verstappen. 

La conferenza stampa di Daniel Ricciardo in Brasile “Non vedo l’ora di vedere tutti i tifosi domenica, sicuramente ci saranno tantissimi brasiliani in delirio per Felipe. – commenta il pilota della Red Bull Daniel Ricciardo Sembra proprio che saremo sul bagnato, nel week end e questo rende le cose più interessanti”. “Sono invidioso della posizione dei piloti della Mercedes, della loro pressione, però sarà una buona occasione per noi per fare una bella gara.  – continua il pilota – Ho mangiato una bistecca e mi so divertito, adesso non ce l’ho più sullo stomaco altrimenti sarei qui a sudare sette camicie”. “Cosa posso dire? Molto buona. La sfida con Vettel? Da un punto di vista esterno, quello che hai fatto in gara lo vuoi vedere riconosciuto, ma quando stai sorpassando e stai spingendo al limite ogni tipo di manovra può creare situazioni difficili. Quando si frena è difficile tirarsi fuori da quella manovra, credo che la decisione di penalizzare Vettel sia giusta, ma credo anche che sia stata difficile da digerire per i fan. Penso che le gare siano gare, non penso che dovremmo aiutare Nico e Lewis, anche noi possiamo sorpassarli. Gareggio sempre con rispetto, – conclude – ma se posso vincere la gara certo che lo faccio”.