Sabato 3 Dicembre

F1, Raikkonen verso la gara di Abu Dhabi: “mi è sempre piaciuta, ma non è facile”

LaPresse/Photo4

Le sensazioni di Kimi Raikkonen in vista dell’ultima gara dell’anno di F1, quella di Abu Dhabi

La stagione 2016 di F1 sta per volgere al termine. Domenica i campioni delle quattro ruote scenderanno in pista ad Abu Dhabi per l’ultima gara, quella decisiva, che decreterà il vincitore del Mondiale 2016.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

La sfida è tutta concentrata su Nico Rosberg e Lewis Hamilton: al tedesco, che ha 12 punti di vantaggio sul suo compagno di squadra, basterà salire sul podio per esser certo di poter mettere le mani sul titolo mondiale, il primo della sua carriera. Il britannico però non ha intenzione di arrendersi e, seppur consapevole che per vincere il Mondiale c’è bisogno di un quasi miracolo, lotterà fino alla fine per tentare l’impresa.

Occhi puntati non solo sulle Mercedes ma anche sulle Red Bulle e sulle Ferrari, che hanno l’ultima possibilità di portare buoni risultati a casa e far gioire i propri fan in questa stagione deludente.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Mi piace questo circuito. L’ultima parte del tracciato è molto lenta, ma c’è sempre una bella l’atmosfera, anche perchè è l’ultima gara dell’anno. Si svolge in notturna e questo la rende diversa a livello di sensazioni. Le luci artificiali permettono una buona visibilità. A volte può non essere facile, ma le condizioni di guida non impediscono di avere una buona visuale, più o meno simile a quella che si ha di giorno“, ha dichiarato Kimi Raikkonen alla vigilia della gara di Yas Marina. “Qui non è facile superare e la sfida è provarci. Ci sono rettilinei piuttosto lunghi e molte curve difficili. Venire qui mi è sempre piaciuto, forse perchè è la fine dell’anno e ci sono diverse possibilità di intrattenimento per le persone che vengono a guardare la gara“, ha concluso il finlandese della “Rossa”.