Martedi 6 Dicembre

F1 – Non solo Wolff, anche Lauda si scaglia contro Hamilton: non c’è pace per Lewis

LaPresse/Photo4

Intervistato da Channel 5, Niki Lauda si complimenta con Rosberg e bacchetta Hamilton, accusato di non aver obbedito agli ordini di scuderia

Un titolo meritato, un successo costruito e conquistato con sudore e determinazione. Nico Rosberg si gode il suo primo Mondiale, ricevendo attestati di stima non solo dai propri fans ma anche dai suoi ‘datori di lavoro’.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Prima le parole al miele di Toto Wolff, poi quelle di Niki Lauda che, intervistato da Channel 4, ha espresso parole di elogio per Nico e bacchettato Hamilton per il suo comportamento. “Vi dico onestamente che, pensandoci ora, non avrei infastidito il mio compagno di squadra” ha affermato presidente onorario della Mercedes, prendendo sin da subito la parte del team che rappresenta. “Abbiamo fatto tutti delle manovre strane in passato, ma c’era ancora il rispetto verso l’avversario. Nico ha fatto un ottimo lavoro nell’arco di tutta la stagione. Aveva 12 punti di vantaggio e non ci sarebbero state possibilità di fargli perdere due posizioni e farlo terminare al quarto posto.

LaPresse

LaPresse

Non sarebbe mai accaduto. Mi congratulo davvero con Nico, perché conquistare il primo titolo mondiale della propria carriera è il lavoro più duro di sempre, e oltretutto è fantastico per la Mercedes. Capisco l’azione che ha tentato di fare Lewis. Ma dall’altra parte c’è un lavoro di squadra da fare. Mercedes deve vincere nel modo più sicuro questo tipo di gare. La parte più emozionante della gara è stata alla fine e infatti gli abbiamo dato un ordine di squadra. Lui ha detto ‘Lasciatemi in pace, sto correndo’, che è anche una frase piuttosto divertente, tra l’altro“.