Lunedi 5 Dicembre

F1, Hembery non dimentica nessuno: da Rosberg a Massa, ecco il bilancio del direttore Pirelli

LaPresse/Photo4

Paul Hembery commenta la gara di oggi di Abu Dhabi, le strategie dei team, senza dimenticare di complimentarsi col neo campione del mondo e salutare Massa e Button

Un epilogo alquanto preventivabile, una vittoria sudata ma al tempo stesso meritata, Nico Rosberg è il nuovo campione del mondo grazie al secondo posto conquistato nel Gp di Abu Dhabi dietro il compagno di squadra Lewis Hamilton. Una gara condotta dall’inizio alla fine dal britannico della Mercedes, capace di gestire senza patemi un Rosberg deciso ad accontentarsi della piazza d’onore. Sul podio sale anche Sebastian Vettel, capace di una super rimonta nel finale condita da due sorpassi davvero pazzeschi su Ricciardo e Verstappen, costretti a cedere allo strapotere del tedesco.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

L’ultima gara, quella di oggi, nell’era dei pneumatici deliberatamente studiati per avere un degrado elevato. Secondo Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli: “La decisione presa ieri dalla Red Bull di iniziare la gara sulle supersoft è stata cruciale per la gara di oggi, con Max Verstappen che ha sfruttato al meglio la strategia di una sola sosta, insidiando i piloti che avevano optato per una strategia su due soste. Anche Sebastian Vettel ha utilizzato le prestazioni delle supersoft per guadagnare terreno nelle fasi finali. Congratulazioni a Nico Rosberg per aver vinto il suo primo Titolo mondiale; vogliamo rendere un giusto tributo a Felipe Massa e Jenson Button, che oggi hanno concluso le loro fantastiche carriere in Formula 1. Adesso che la stagione 2016 si e’ conclusa, il nostro focus passa subito al prossimo anno – a partire da martedì, quando effettueremo l’ultimo test di sviluppo per i nuovi pneumatici 2017 piu’ larghi, per la prima volta con tutte e tre le monoposto muletto insieme“, ha dichiarato Paul Hembery, direttore motorsport Pirelli al termine della gara.