Mercoledi 7 Dicembre

F1, Hamilton pronto al duello: “vorrei vincere per Aki! Serena Williams? Mi trasmette… magia”

LaPresse/Photo4

Prima del duello in pista, la sfida tra Hamilton e Rosberg è iniziata già in conferenza stampa: ecco le parole di Lewis

Finalmente ci siamo, l’ultimo atto della stagione di Formula 1 è arrivato, il Gp di Abu Dhabi è pronto a incoronare il nuovo campione del mondo. Nico Rosberg da un lato, Lewis Hamilton dall’altro, in mezzo dodici punti a favore del tedesco che gli consentono di poter centrare il primo successo iridato in carriera conquistando un terzo posto in Asia. Intanto oggi va in scena la consueta conferenza stampa della vigilia, divisa in due parti per lasciare spazio nel finale proprio a Rosberg e Hamilton. 

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Un confronto diretto davvero ricco di temi che Lewis non ha esitato ad analizzare: “Nico è stato molto veloce in vari ciruciti non credo ce ne sia una che si distingua dagli altri. Il mio obiettivo qui è vincere la gara, sarà una sfida impegnativa ma l’unica cosa che posso fare è affrontare tutto a viso aperto battagliando fino alla fine per vincere il titolo. Per me, è stata una stagione con tanti alti e bassi e un po’ sfortunata però mi ha permesso di rafforzarmi nella capacità di trasformare le cose negative in positive. Ad un certo punto ero a 33 punti di distanza e, adesso, sono in lotta per il titolo. Ho dimostrato che tutto e possibile se si affrontano le gare con concentrazione e determinazione. Malgrado tutto ho sempre reagito grazie al mio spirito combattivo, non mi guarderò indietro, uno dei motivi che mi hanno portato a crescere è stato quello di non crogiolarmi sugli errori del passato. Non ha senso voltarsi, bisogna godersi ogni momento“.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Sul suo rapporto con Serena Williams, Hamilton svela: “è stato un onore per me averla al mio box in Messico. Abbiamo un passato abbastanza simile, sicuramente sono ispirato da quello che ha fatto nella sua carriera e credo che sia una delle migliori tenniste al mondo. Cerco di imparare da lei, a volte mi trasmette un po’ della sua magia”.

Oltre alla lotta per il Mondiale, Hamilton ha anche un altro motivo per puntare alla vittoria: “voglio vincere questa gara per dedicarla ad Aki Hintsa (medico della McLaren scomparso pochi giorni fa ndr.) cercherò di renderlo fiero e ripagarlo dell’influenza positiva che ha avuto su di me. E’ stata una settimana difficile, non son riuscito a dormire! Conoscevo Aki dal 2004 ed ero molto vicino a lui e alla sua famiglia. Ho avuto la fortuna di incontrarlo negli ultimi giorni, sono fiero di avere conosciuto una persona cosi. Lui mi ha aperto le porte della McLaren e ha toccato in modo positivo tutte le persone vicine a lui“.