Venerdi 9 Dicembre

F1, Hamilton e quella voglia particolare: “non so cosa significa vincere qui, proverò a capirlo”

LaPresse/Photo4

Giorno di conferenza stampa a Interlagos, domani parte il week-end che conduce al Gp del Brasile: ecco le parole di Hamilton

Due settimane sono già trascorse, per il circus della Formula 1 è già tempo di rimettersi in moto per il Gp del Brasile, penultimo appuntamento di una stagione davvero entusiasmante.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

La sfida tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton entra nel vivo, 19 punti separano i due piloti della Mercedes, con il tedesco che potrebbe già laurearsi campione a San Paolo vincendo la gara. Alle loro spalle, Ricciardo è già sicuro del terzo posto, ma lotterà comunque per tenere dietro le due Ferrari, scottate dal finale messicano. Tutti i protagonisti sono oggi in conferenza stampa, insieme a loro si fa spazio Charlie Whiting, chiamato per chiarire quanto accaduto due settimane fa con Vettel e Verstappen. “E’ stato bello correre al fianco di Felipe – commenta Hamilton davanti ai media – ci siamo divertiti molto. Eravamo amici già in GP2  e avere anche quelle battaglie in F1 è stato un privilegio.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Ci saranno altri nuovi piloti e saremo noi a guardare i giovani che arrivano e che ci sostituiscono. La Formula 1 sentirà la mancanza di Felipe. Per me è una sfida cercare di vincere qui per la prima volta, sono pronto a combattere. Sono d’accordo con Whiting, penso che alla fine gli steward hanno un lavoro difficile da fare. Ogni situazione ha uno scenario diverso, non è facile applicare la stessa regola ma ha ragione Max, dovremmo lavorare insieme a loro per aiutarli a chiarire la situazione. Non posso parlare dello stile di guida di Verstappen, ha dimostrato di essere un grande ragazzo e un grande pilota. E’ giovane e migliorerà, sono sicuro che lascerà il segno in futuro“.