Giovedi 8 Dicembre

F1-E’ sul secondo gradino del podio che si festeggia, Rosberg: “ho provato le stesse sensazioni di mio padre”

L’ultimo appuntamento della Formula Uno è apena terminato, ecco le parole dei piloti sul podio alla premiazione conclusiva

Nico Rosberg campione del mondo – E’ arrivata la fine. La fine di una stagione che ci ha fatto provare tante emozioni. Una stagione lunga e con una Ferrari sotto le aspettative ma che oggi con Sebastian Vettel si è presa l’ultimo podio. Una  stagione con una Mercedes imprendibile e con una Red Bull caparbia. E’ arrivata la fine ed a festeggiare sul podio per questa volta non è il primo, non è colui che occupa il primo gradino del podio, ma è colui che ne occupa il secondo, quello che però ha conquistato il titolo di campione del mondo della Formula Uno. Nico Rosberg che ha conquistato il primo titolo in carriera.

Nico Rosberg campione del mondo – Nico Rosberg vince e convince. Le prime parole ai suoi piloti sono: “dopo il podio ci godiamo al festa ragazzi“. L’abbraccio con il compagno di squadra Lewis Hamilton e il resto è sul podio. Tra champagne e docce con bollicine ecco cosa ha detto il neo campione del mondo dopo la stretta di mano con il compagno di squadra: “non è stata la gara più godibile che ho mai fatto. Sono felice che sia finita. Sono al settimo cielo e voglio dedicare la vittoria a mia moglie e a mia figlia Lia. E’ davvero surreale, 33 anni fa c’è stato un momento simile per mio padre che verrà qui tra mezz’ora e non vedo l’ora di vederlo. Voglio congratularmi con Lewis. – poi rivolgendosi direttamente al compagno ammette –  E’ stata durissima batterti”. “Alzate la musica che tra poco festeggiamo. – dice Rosberg rivolgendosi ai meccanici della Mercedes – Mamma e papà non  vedo l’ora di festeggiare con voi”.

Lewis Hamilton a sua volta intervistato sul podio controbatte: “voglio ringraziare tutti: i mie tifosi, la mia famiglia e il team. E’ un privilegio far di questo team. Non potevo chiedere si più a me stesso. Stasera festeggerò anche se sono secondo e non primo”.

Sebastian Vettel nonstante la stagine tra alti e bassi si rivolge innanzitutto a Rosberg: “voglio fare le mie congratulazioni a Nico. Non volevo essere nei sui panni oggi. E’ stata una gara difficile per lui”. “Volevo superare entrambi –  ammette Rosberg – ma non ce la facevo visto le gomme”. “La gara di oggi dimostra che il team vale nonostante le critiche e l’annata non proprio al top. Si sta lavorando molto a Maranello e quindi sono fiducioso per la prossima stagione”.