Lunedi 5 Dicembre

Elezioni USA – Donald Trump e quel passato in WWE nella “Battaglia dei Miliardari” [VIDEO]

Donald Trump, il nuovo presidente USA, ha scritto una pagina di storia del Wrestling in un feud particolare contro Vince McMahon

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Elezioni USA, Donald Trump Vs Hillary –  Finalmente l’election day americano è terminato. Il risultato ha dell’incredibile. Dopo un’accesa lotta durata diverse settimane che ha visto sempre prevalalere Hillary Clinton, ieri notte Donald Trump ha vinto le elezione diventando il nuovo presidente USA. Fossimo nel wrestling, Trump avrebbe vinto il main event nella notte del PPV più importante, portandosi a casa il titolo degli Stati Uniti.

Elezioni USA, Donald Trump e il Wrestling – Ma perché tirare in ballo il wrestling? Il motivo è semplice, Donald Trump ha segnato una piccola pagina di storia della WWE. Era l’aprile del 2007, il Pontiac Silvedrome di Detroit era gremito fino all’inverosimile per WrestleMania 23. Uno dei match in programma nella card presentava una stipulazione singolare: i due contendenti si sfidavano in un ‘hair vs hair match’, letteralmente ‘capelli vs capelli’, nel quale il vincitore avrebbe rasato a zero l’avversario. Il match fu l’apice del feud fra Vince McMahon, boss della WWE e appunto Donald Trump.

Cattura10Elezioni USA, Donald Trump e il Wrestling – I due contendenti scelsero un ‘campione’ a testa che li rappresentasse: Umaga, il cattivo per eccellenza dell’epoca fu scelto da McMahon, Bobby Lashley uno dei ‘buoni’ più in voga fu il candidato di Trump. Il match fu palesemente truccato dalla famiglia McMahon ma un intervento di Stone Cold Steve Austin e un ‘clothesline’ dello stesso Donald Trump su McMahon, permisero a Lashley di vincere la gara. E la punizione per lo sconfitto? Eccola nel video qui in basso, speriamo solo che a Hillary non tocchi la stessa sorte!