Domenica 11 Dicembre

Dall’inferno al Paradiso grazie alla… Maratona di New York: Marion Bartoli ha ripreso in mano la sua vita

Solo Syndacation/LaPresse

Marion Bartoli sembra aver definitivamente sconfitto il male che avrebbe potuto condurla alla morte: la partecipazione alla maratona di New York ne è la prova

I sorrisi, le vittorie, Wimbledon 2013 e poi il buio. La malattia che rovina la vita, la tenacia nel combatterla e la soddisfazione di averla battuta. Marion Bartoli adesso può finalmente dire di essere ‘guarita’ dal male che ha sconquassato la sua esistenza nell’ultimo periodo.

bartoliQuattro mesi dopo il terribile virus che avrebbe potuto condurla alla morte, l’ex tennista francese ha ripreso in mano la sua vita partecipando alla maratona di New York. Un’esperienza pazzesca che Marion Bartoli è riuscita anche a portare a termine, tagliando il traguardo dopo 5 ore e 40 minuti. Un risultato sorprendente, un’emozione unica a cui l’atleta francese non ha resistito, scoppiando in un pianto liberatorio subito dopo aver concluso la gara: “è una nuova partenza per me, gli ultimi minuti sono stati davvero duri, mi sono rivista a giocare l’ultimo game della finale di Wimbledon. Se penso che sono stata vicina a morire, non posso crederci: per fortuna le cure stanno andando bene e tra un mese dovrei essere completamente ristabilita”.