Giovedi 8 Dicembre

Ciclismo, Scarponi al Giro per aiutare Aru: “Nibali? Sarà difficile batterlo”

LaPresse/ Fabio Ferrari

Michele Scarponi, ciclista dell’Astana, aiuterà Fabio Aru al Giro d’Italia ed elogia il sardo

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Michele Scarponi è uno dei veterani del mondo del ciclismo. Il corridore dell’Astana ha 37 anni e dopo 14 stagioni ha ancora la voglia di dare il massimo nel mondo a due ruote. Il ciclista sarà al Giro d’Italia 2017 per dare una mano al suo compagno di squadra e capitano: Fabio Aru. La prossima stagione sarà molto impegnativa per il team kazako, soprattutto dovrà concentrarsi maggiormente dopo l’addio di Vincenzo Nibali passato alla Bahrian Merida, e quello di Diego Rosa approdato in Sky. Il team Astana si è un po’ indebolito, ma la stagione 2017 avrà importanti corridori come Jakob Fuglsang e Fabio Aru, che avranno maggiori possibilità di vincere nei grandi giri.

fabio aruSarò in appoggio di Fabio (Aru, ndr) sicuramente al Giro e con l’obiettivo di vincere. Il resto della stagione lo vedremo“, ha dichiarato Scarponi come riportato da La Gazzetta dello Sport. Il ciclista oramai è considerato un gregario di lusso, grazie alla sua enorme esperienza nel campo e darà una mano al proprio capitano: il tempo dei sogni, o delle ambizioni personali, è passato. – continua il ciclista sempre a La Gazzetta dello Sport -. Alla mia età non è facile trovare dei picchi di forma che ti consentano di fare la differenza quindi non avanzo pretese personali. Però so che posso ancora dare tanto e che posso essere ancora un’importante aiuto per un leader forte“.
LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Vincenzo Nibali come detto è passato alla Bahrain Merida e sarà il capitano della squadra araba. Scarponi ha analizzato la nuova situazione in Astana dopo l’addio del messinese: “cambia che uno dei più forti non c’è più. Anzi, ora sarà l’avversario da battere e questo, conoscendo il valore di Vincenzo, non sarà assolutamente facile. – prosegue – Però l’Astana resta una squadra molto forte con tutte le carte in regola per ambire ai massimi risultati. Soprattutto si confermerà una squadra tagliata per le grandi gare a tappe.

Con la partenza di Vincenzo Nibali, Fabio Aru è diventato il nuovo capitano del team kazako. Per Scarponi, il sardo è in grado di essere il leader della squadra: “sì, è pronto. L’anno scorso è stata un’annata difficile, ci sta. Ha debuttato al Tour e in un Tour difficilissimo. L’ultima tappa ha avuto una crisi, ma fino ad allora era sesto in classifica. Io non lo considero un Tour da buttare. Fabio è già nella storia delle grandi corse a tappe. In più è cresciuto ancora ed è giovane: è pronto e consapevole della sua forza“, ha concluso il ciclista .