Sabato 3 Dicembre

Ciclismo Mercato: Malacarne sempre più verso il ritiro

Non ha ancora trovato una squadra per la nuova stagione Davide Malacarne, ciclista dell’Astana fino al 31 Dicembre e già pensa a cosa fare in futuro

Davide Malacarne 2Davide Malacarne, dopo 2 stagioni in Astana, è rimasto appiedato ed è in cerca di un contratto. Per il ciclista le speranze però stanno svanendo sempre più perché le squadre stanno completando i loro roster. Una situazione che potrebbe portare o al ritiro a soli 29 anni oppure ad un anno sabbatico. Malacarne in carriera vanta una vittoria nella classifica scalatori alla Tirreno-Adriatico in sella alla Quick-Step e soprattutto un oro nel ciclocross juniores. È uno scalatore energico e soprattutto un ciclista che può dare molto nei grandi giri.

Fino al 31 dicembre sono un professionista e mi comporto di conseguenza. Non amo la palestra, quindi mi dedico alle passeggiate in montagna e alla bicicletta qui a Feltre, nel Bellunese. Con la preparazione sono addirittura più avanti rispetto a un anno fa. – ha dichiarato Malacarne a La Gazzetta dello Sport -.  Non so il motivo: forse pedalare è un modo per sfogarmi. Ho lottato una vita, ho fatto sacrifici, sento di essere maturato come corridore: non capisco perché debba smettere proprio ora”. 

Malacarne ricorda i suoi anni in Astana e lancia una frecciata velata ai suoi ex compagni:all’Astana mi sono trovato bene: sono sempre rimasto umile perché c’erano campioni del livello di Nibali, Aru, Fuglsang. Visto il risultato, però, potevo pensare un po’ più a me stesso: provare a vincere o a mettermi in mostra. Forse sono stato troppo generoso“, ha proseguito.

Il ciclista spera di poter gareggiare nel 2017, anche se già sta cominciando a pensare cosa fare in caso di ritiro: “una trattativa non è andata a buon fine e mi sono ritrovato in questa situazione. Sto portando avanti un progetto per mettere la mia esperienza al servizio degli altri. A gennaio, poi, mi iscriverò al corso per tecnici: insegnare o guidare un’ammiraglia non mi dispiacerebbe. L’importante è non perdere la fiducia”, ha concluso.