Lunedi 5 Dicembre

Ciclismo: l’unico rimpianto di Vincenzo Nibali

LaPresse/Belen Sivori

Nibali lascia l’Astana per approdare in Bahrain Merida: ecco l’unico rimpianto dello Squalo

Ultimamente  Vincenzo Nibali, che lascerà l’Astana per andare nel nuovo team Bahrain Merida, ha detto che l’unico suo rimpianto nel dover cambiare squadra è quello di non avere più al suo  fianco il corridore, suo grande amico, Michele Scarponi.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Facciamo un piccolo salto indietro e guardiamo cosa ha fatto il grande Scarponi, per il suo capitano, nel Giro 2016. Ebbene,  lo Squalo recuperò il Giro vincendo la penultima tappa alpina con le dita rivolte verso il cielo. Michele durante quella tappa, mentre era in fuga, si fermò pur potendo vincere la tappa; aspettò il suo capitano e iniziò a tirare staccando Kruijswijk (la maglia rosa) e Chaves. Scarponi scollinò in testa  sulla Cima Coppi, mentre Vincenzo arrivò primo al traguardo di Risoul  guadagnandosi il secondo posto in classifica generale. Il giorno dopo il grande Michele, aiutò nuovamente lo Squalo portandolo ad indossare la Maglia Rosa.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Quel che ha fatto Scarponi dalla prima all’ultima tappa del Giro d’Italia 2016 è stato davvero impressionante. Le sue parole, rilasciate al giornale La Repubblica,  a coclusione della grande corsa a tappe sono state: “Quello che abbiamo fatto è quasi impossibile da credere. Vincenzo ha passato qualche giorno non facile, io che divido la stanza con lui lo so più di tutti, ma ne è venuto fuori perchè è un campione “. Le sue parole sono state perfette. Vincenzo riesce sempre ad uscirne vittorioso, dopo tante critiche, perchè è un campione.

Ripercorrendo il Giro d’Italia 2016, si può ben capire il motivo del rammarico del capitano della nuova Bahrain Merida nel dover lasciare Michele Scarponi. Purtroppo, non rivedremo mai più  quella sintonia che vi era tra i due campioni, ma ricorderemo tutte quelle volte che, insieme, ci hanno fatto emozionare.