Sabato 3 Dicembre

Ciclismo, Guercilena scommette su Nizzolo: “dopo il Giro d’Italia 2016 ha la cattiveria giusta”

Sipa USA

Il DS della Trek Segafredo Luca Guercilena ha parlato del ciclista Giacomo Nizzolo e del suo futuro, ricordando l’ultima tappa del Giro d’Italia 2016

Sipa USA

Sipa USA

Il 2017 sarà l’anno di Giacomo Nizzolo? È ancora presto da dire, ma se il brianzolo migliorerà ancora sicuramente potrà davvero dire la sua. È un ciclista che anno dopo anno sta affinando le sue caratteristiche da velocista. Luca Guercilena, DS della Trek Segafredo ha analizzato la stagione del ciclista, soprattutto l’ultima tappa del Giro d’Italia 2016: “quando è stato declassato nell’ultima tappa del Giro, gli è rimasta la cattiveria per fare un gran finale di stagione. Le prestazioni erano buone anche prima di Torino, quell’episodio gli ha dato la cattiveria giusta. Obiettivamente il Tricolore gli ha dato un bel risalto, ma quel giorno ha stimolato la sua capacità di reazione“, ha dichiarato Guercilena come riportato da La Gazzetta dello Sport.

Sipa USA

Sipa USA

Il ds ha parlato poi delle doti di Giacomo Nizzolo: “non si demotiva mai. La sua grande dote, forse la migliore, è che ha tanta fiducia nei propri mezzi. Fin da neopro’ ha capito subito che gli episodi che ti limitano fanno parte della carriera di un ciclista, – ha proseguito sempre a La Gazzetta dello Sport- Al primo anno faceva fatica a recuperare gli sforzi, sia tra tappa e tappa, sia come carichi di lavoro. Abbiamo investito parecchio tempo e impegno su questo. Il merito è suo, che ci si è dedicato anima e corpo. Ora Nizzolo è competitivo anche sui percorsi duri. Deve mantenere le caratteristiche veloci, dimostrando di essere il più veloce su percorsi impegnativi”. 

nizzolo maglia tricolore1Il futuro di Giacomo Nizzolo? Le classiche, che le dividerà col nuovo arrivo Degenkolb. “Nizzolo diventerà un corridore più da classiche per giocarsi le vittorie in volate a gruppo ristretto. La Sanremo credo che per ora sia la classica più adatta a lui, ma anche Gand-Wevelgem e Harelbeke potrebbero essere perfette. Degenkolb ha già dimostrato di saper vincere, il palmares parla per lui. Giacomo è un corridore in forte crescita, può essere la sorpresa del pavé anche se forse ha bisogno di un annetto d’esperienza. Dovremo essere bravi come team a partire con più atleti competitivi nel finale di gara. Ci aspetta un grosso lavoro di costruzione della squadra. Non è semplice, ma come sfida è molto motivante”, ha concluso Guercilena.