Lunedi 5 Dicembre

Basket, Petrucci traccia il bilancio di questo 2016: “il ricordo peggiore è la sconfitta nel preolimpico”

LaPresse/Belen Sivori

La debacle arrivata nel preolimpico contro la Croazia brucia ancora a Petrucci, pronto a essere rieletto alla presidenza della Fip

Purtroppo il grande ricordo di questo 2016 che si sta chiudendo e’ la sconfitta nel pre-olimpico contro la Croazia. Ci penso sempre, anche se nello sport ho avuto gioie e dolori prima al calcio e dopo al Coni, alle Olimpiadi, ai Mondiali e agli Europei“. Lo ha detto il presidente della Federazione italiana Pallacanestro, Gianni Petrucci, parlando con l’agenzia Italpress a margine di una premiazione dei settori giovanile di alcuni club fiorentini. “Quella sconfitta rimane perche’ io sono convinto che questa e’ una Nazionale che puo’ fare grandi risultati – ha aggiunto Petrucci tornando sul ko nel torneo pre olimpico -. Non ci siamo riusciti, gli altri sono stati piu’ bravi, si devono accettare le sconfitte ma la rivincita e’ la cosa piu’ bella che ci sia“.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Nel frattempo il prossimo 17 dicembre la Fip rinnovera’ le proprie cariche dirigenziali con Gianni Petrucci candidato unico alla presidenza. “Gli obiettivi da parte mia sono avere nazionali vincenti e italiani che giochino sempre di piu’ – ha dichiarato l’attuale numero uno della Fip -. Tutti sono convinti che gli italiani rendono quando giocano. Avete visto quanti italiani sono usciti dai campionati, sia quello maggiore che dalla A2? Questa e’ la dimostrazione che bisogna farli giocare e i risultati arrivano. Un mio successore in Fip dopo la mia eventuale rielezione? Ci deve essere per forza, altrimenti sarebbe patetico e sarei patetico io“. Il presidente della Fip elenca i numeri positivi della base della pallacanestro italiana. “Oggi c’e’ un grande articolo su ‘La Repubblica’ che parla dell’attivita’ giovanile del movimento femminile. Noi nel settore giovanile, maschile e femminile, siamo terzi in Europa – ha evidenziato Petrucci -. Quindi si sfata quella diceria che nel basket ci sono sempre sconfitte. Non e’ vero perche’ se i settori giovanili oggi sono al terzo posto, vuol dire che c’e’ un presente e un futuro“.

LaPresse/Belen Sivori

LaPresse/Belen Sivori

Il numero uno del basket tricolore evita poi di dare consigli al simbolo per eccellenza dei giocatori italiani che giocano nei nostri campionati. “Non voglio darne perche’ Alessandro Gentile e’ una persona matura e perche’ conosco la sua bellissima famiglia, i migliori consigli possono arrivare proprio da li’ – ha concluso Petrucci -. Gli voglio bene e lo conosco da tanti anni. E’ un bel campione“. (ITALPRESS)