Sabato 10 Dicembre

Basket, coach Repesa massacra Milano: “svogliati ed egoisti, ci saranno sospensioni”

LaPresse/Spada

Dopo la complicata vittoria contro Torino, coach Repesa striglia l’Olimpia Milano, colpevole di troppo egoismo e poco spirito di sacrificio

LaPresse/Daniele Montigiani

LaPresse/Daniele Montigiani

L’Olimpia Milano continua la sua maria a punteggio pieno nella Serie A di basket, ma la vittoria contro Torino arrivata per 97 a 100, ha lasciato tutt’altro che contento coach Repesa. Il tecnico bosniaco ha rimproverato con forza i suoi giocatori, colpevoli di essersi poco sacrificati in difesa, per dedicarsi maggiormente ad aggiustare le loro statistiche offensive, pensando egoisticamente solo a se stessi.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Di questa partita salvo solo il risultato. Abbiamo segnato ancora 100 punti ma continuiamo a fare una fatica enorme per vincere. Questo perchè i giocatori non piegano le gambe in difesa e pensano solo a sistemare le cifre in attacco per le proprie statistiche individuali – ha tuonato coach Repesa – Vedo poco orgoglio e molto egoismo tra loro. Così non si va da nessuna parte. Alleno in Italia da 11 anni, a tutte le mie squadre ho cercato di portare qualcosa del mio modo di vivere e giocare a basket, oggi non mi riconosco in questa Milano e non voglio accostarle il mio nome. Provvedimenti? Per lunedì ho disposto allenamento doppio. Se penso a sospensioni individuali? Assolutamente sì. E sono tanti i giocatori che rischiano. Se hanno offerte da altri club possono andare anche domani ma dubito che vengano richiesti. Il mio orgoglio non mi permette di sopportare un giorno di più questa situazione. Mi sento ferito come persona e straferito come professionista“.