Venerdi 9 Dicembre

Arco – World Cup Indoor: pioggia di medaglie per gli azzurri nella prima tappa [FOTO]

Ph DEAN ALBERGA

La prima tappa della World Cup Indoor di tiro con l’arco in Marocco ha visto gli azzurri vincere 4 medaglie: oro per Musolesi, argento per Fissore e Tonioli, bronzo per Mandia

La prima tappa della World Cup Indoor in Marocco porta quattro medaglie agli italiani. Federico Musolesi è d’oro tra gli junior ricurvo superando in finale 6-2 Wilthagen (Ola). Sempre nell’olimpico argento per Matteo Fissore superato da Ellison (Usa) 6-2 e bronzo per Massimiliano Mandia vincente su Sanna (Fra) 6-2. Nel compound è argento per Marcella Tonioli dopo la finale vinta 146-145 dalla sudafricana Wentzel. Il weekend di gare era stato segnato ieri dal nuovo record mondiale sulle 60 frecce di qualifica ad opera dello statunitense Brady Ellison che con 598 su 600 punti supera di una sola lunghezza il primato dell’olimpionico Michele Frangilli che durava da ben 15 anni.

Ph. DEAN ALBERGA

Ph. DEAN ALBERGA

Si è conclusa a Marrakesh, in Marocco, la prima tappa della World Cup Indoor con ottimi risultati per gli italiani. In totale sono quattro le medaglie conquistate dagli arcieri tricolori. La più brillante è l’oro tra gli Junior dell’arco olimpico Federico Musolesi, due gli argenti con Matteo Fissore, sconfitto solo in finale dell’arco olimpico dal fenomeno statunitense Brady Ellison, e da Marcella Tonioli nel compound. Frecce precise anche per Massimiliano Mandia che vince il bronzo nell’olimpico. La Coppa del Mondo Indoor torna il 10 e l’11 dicembre con la seconda tappa in programma a Bangkok.

Le Medaglie Italiane

Ph. DEAN ALBERGA

Ph. DEAN ALBERGA

Matteo Fissore sale sul secondo gradino del podio nell’arco olimpico maschile esattamente come era accaduto la scorsa stagione. Un risultato straordinario visto che a sconfiggerlo nei due giorni di Marrakesh è stato solamente Brady Ellison. Lo statunitense, dopo il record mondiale di ieri (598 punti) che ha superato di una sola lunghezza il primato di Michele Frangilli che durava da 15 anni, non ha avuto rivali anche negli scontri vincendo la finale contro l’italiano 6-2. Fissore ci prova, pareggia il secondo e il terzo set 30-30, ma davvero non può fare nulla contro un avversario che tira tutte le frecce dello scontro diretto sul 10. L’arciere tricolore nei match precedenti alla finale ha vinto: 6-0 con il padrone di casa Ismail Elalaoui, 7-3 con il compagno Fabio Molfese e 6-5 (10*-10) con il francese Michael Sanna.

Ph. DEAN ALBERGA

Ph. DEAN ALBERGA

Medaglia d’argento per Marcella Tonioli nel compound femminile. In finale arriva la sconfitta contro Danelle Wentzel 146-145. La sudafricana parte forte e vince il primo parziale 30-28, Tonioli risponde pareggiando il secondo (29-29) e accorciando le distanze nel terzo (29-28). L’avversaria però riesce a difendersi e vince la gara con le ultime due volée concluse 30-30 e 29-29.  Per la fresca vincitrice della Coppa del Mondo outdoor in giornata sono arrivate le vittorie 144-142 con Dahlia Crook (USA), 148-143 con Tanja Jense (DEN) e 148-146 con Cassidy Cox.

Massimiliano Mandia sale sul terzo gradino del podio nell’arco olimpico maschile grazie al successo in finale 6-2 sul francese Michael Sanna. Ottimo percorso per l’italiano che vince contro i francesi Eric Libert (6-2) e Florent Mulot (6-0) per poi essere sconfitto da Brady Ellison 6-2.

Medaglia d’oro per Federico Musolesi tra gli Junior dell’arco olimpico. L’italiano vince tutte le sfide che affronta: 6-0 con lo svizzero Nathan Papilloud, 7-1 con il francese Corentin Reymondier, 6-0 con il tedesco Markus Kuhrau e infine la vittoria in finale 6-2 con l’olandese Jonah Wilthagen.

Ph. DEAN ALBERGA

Ph. DEAN ALBERGA

GLI ALTRI ITALIANI IN GARA – Nell’arco olimpico maschile Paolo Caruso si arrende 6-0 ai quarti di finale contro il nuovo primatista del mondo Brady Ellison (USA)  dopo aver battuto 6-0 il francese Jerome Bidaut. Stesso percorso per Marco Morello che prima vince 6-0 contro l’iraniano Sadegh Ashrafi e poi perde 6-4 con il francese Michael Sanna. Fuori ai quarti anche Fabio Molfese eliminato da Matteo Fissore nel derby italiano finito 7-3 dopo il successo 6-4 sul francese Olivier Tavernier.
Quarti di finale fatali anche per le italiane dell’olimpico femminile. Claudia Mandia vince 6-2 con la tedesca Sandrine Weiss ma esce di scena dopo il 7-1 con l’estone Reena Parnat. Pia Lionetti batte 6-0 la  padrona di casa Loubna Farfra per poi arrendersi alla britannica Bryony Pitman 6-2.

Ph. DEAN ALBERGA

Ph. DEAN ALBERGA

Esce ai quarti di finale dopo la vittoria 6-4 sull’iraniano Mohammadhossein Gravami Federico Fabrizzi sconfitto 6-2 da Jonah Wilthangen (NED). Si ferma allo stesso punto della corsa tra gli Junior dell’olimpico il compagno Tommaso Spegne Schiavoni eliminato per mano del francese Valentin Ripaux 6-0. In precedenza per l’italiano due vittorie: 6-0 sullo spagnolo Roger Hermosilla Hinojo e 6-4 sull’iraniano Shervin Asadzadeh.
Quarto posto tra le Junior per Rachele Lelli che approda alla finale per il bronzo ma la perde 7-1 con la marocchina Chaimaa El Bennaye. In precedenza per lei successo con l’iraniana Ranjbar Maryam Karaminejad 6-4 e sconfitta con l’altra iraniana Parisa Rohanian 6-2. finisce ai quarti l’avventura di Elvira Focacci sconfitta 6-2 dalla marocchina Chaimaa El Bennaye. Nel compound niente impresa per Michele Nencioni eliminato al secondo turno dal fenomeno olandese Mike Schloesser 150-146. Stessa sorte per Alberto Simonellisconfitto da Peter Elzinga (NED) 149-147. Fuori agli ottavi anche Sergio Pagni dopo il match con il danese Martin Damsbo finito 150-149.
Termina ai quarti la prima tappa di World Cup di Irene Franchini uscita per mano della sudafricana Danelle Wentzel (147-143) dopo aver battuto 146-145 l’iraniana Alemeh Sadat Hashempure. Sfortunata Anastasia Anastasio fuori allo shoot off agli ottavi contro la danese Tanja Jense 144-144 (9-10).

Tutti i podi

Ph. DEAN ALBERGA

Ph. DEAN ALBERGA

Nell’arco olimpico femminile vince la britannica Bryony Pitman 6-4 in finale sulla messicana Aida Roman. Bronzo all’estone Reena Parnat vittoriosa 6-0 su Sarah Bettles (GBR).
Nel compound maschile Stephan Hanse sale sul primo gradino del podio con il 148-147 su Mike Schloesser (NED). Terzo posto per l’ungherese Viktor Orosz che vince 149-148 con lo statunitense Braden Gellenthien.
Tra le donne, già detto della vittoria di Wentzel su Tonioli, terzo posto con il successo 145-144 di Toja Ellison (SLO) su Cassidy Cox (USA). A completare il podio Junior arco olimpico maschile è il tedesco Markus Kuhrau dopo il 7-3 su Valentin Ripaux (FRA). Tra le Junior doppietta iraniana: oro a Parisa Rohanian, argento a Sogand Rahmani (finale conclusa 6-2), bronzo alla marocchiano Chaimaa El Bennaye. Tra gli Junior compound vince la gara il danese Sune Rasmussen 149-144 su Danial Heidarzadehdehkordi (IRI). Bronzo a Daniel Cayon Cobo.
Vittoria in rosa per un’altra danese Sasha Rasmussen che regola in finale 142-119 Caroline Mccracken (USA). Terzo posto per l’irachena Fatimah Almashhadani.