Sabato 10 Dicembre

Abbandono e degrado dopo Rio 2016: invaso dagli animali il campo di golf da 17mln di euro

E’ costato 17 milioni di euro ma oggi è all’abbandono e invaso dagli animali che lo stanno distruggendo: il campo da golf di Barra da Tijuca da simbolo del golf brasiliano a luogo di degrado

L’abbandono del campo da golf dopo Rio 2016 – Le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 hanno dotato la città brasiliana di strutture sportive all’avanguardia che hanno ospitato gli eventi sportivi dal grande spettacolo olimpico. Oggi però queste strutture sono a rischio di abbandono e di degrado. Dopo i super investimenti che sono stati devoluti per realizzare queste opere infatti quest’ultime si trovano in uno stato di abbandono.

L’abbandono del campo da golf dopo Rio 2016 – Stiamo parlando ad esempio del campo da golf da 17 milioni di euro costruito a Barra da Tijuca. Il magnifico e grandissimo campo avrebbe dovuto essere un punto di partenza importante per il golf brasiliano che non gode di popolarità nella terra sudamericana. Il golf in Brasile infatti è poco praticato e lo sfruttamento del campo da golf sopracitato avrebbe potuto dare avvio a ben altro futuro per il golf brasiliano, ma purtroppo non è stato così.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

L’abbandono del campo da golf dopo Rio 2016 – Il campo appare oggi in stato di abbandono, invaso dagli animali che lo stanno devastando e quindi in un degrado che se non venisse bloccato causerebbe danni per milioni di euro fino a rendere il campo inutilizzabile. Quello che avrebbe dovuto ospitare una guesthouse ed una boutique di moda, come prevedeva il progetto iniziale infatti, si è trasformato in uno zoo, dove gli animali tipici della zona si sono moltiplicati. Perchè è successo tutto questo? L’azienda che avrebbe dovuto gestire “gli affari” del campo da golf non se ne occupa più e quindi tutto appare come abbandonato a se stesso visto che anche i praticanti di questo sport sono davvero pochi.

L’abbandono del campo da golf dopo Rio 2016 – Come riporta Eurosport.com Paulo Pacheco, presidente della Federazione brasiliana golf, in sua difesa ammette: “ci devono dare il tempo di fare gli investimenti necessari. Siamo partiti da zero e il progetto è immenso. Le idee ci sono. Entro 120 giorni apriremo un ristorante e stiamo varando il lancio di una grande campagna pubblicitaria su scala mondiale“.