Mercoledi 7 Dicembre

A tutto Galliani: “ciao Milan, sì ho sbagliato! Vi racconto i 3 giorni di Dzeko”

LaPresse/ Valter Parisotto

Adriano Galliani saluta il Milan dopo trent’anni: “sì’, sono queste le mie ultime tre settimane in rossonero”. Poi svela un retroscena su Dzeko

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Milan, a tutto Galliani – Svolta societaria in arrivo. Il dirigente rossonero si è concesso ai microfoni del canale tematico del club di via Aldo Rossi, per un’intervista che sa tanto di commiato. Un Adriano Galliani apparso molto emozionato e commosso, soprattutto nel ricordare tante vittorie ed episodi della sua carriera trentennale nel Milan: “Credo siano le ultime tre settimane di Milan. Non per arroganza, ma ho fatto l’amministratore delegato sempre nella mia carriera, non saprei che altro ricoprire. Che cosa posso fare? Direi che sono le mie ultime tre settimane di Milan dopo piu’ di 30 anni“. Per Galliani è anche l’occasione di fare bilanci, senza recriminazioni o rimpianti: “E’ un grande orgoglio, in 30 anni noi abbiamo 28 primi posti, 16 secondi posti e un primo,speriamo, o secondo posto visto che c’e’ una Supercoppa a Doha a tra poco. Secondi posti tra finali di Champions e campionati non e’ mica da poco, sono tanti”.

Spada

Spada

Milan, a tutto Galliani Tanti gli aneddoti raccontati dall’amministratore delegato rossonero, con presente Abbiati e in collegamento telefonico Shevchenko, attuale ct della nazionale ucraina. Restando all’attualita’, e’ curioso lo scoop di mercato che Galliani racconta, con protagonista indiretto Edin Dzeko, attuale bomber della Roma e vecchio pallino del dirigente brianzolo: “Qualche anno fa per tentare di prendere Dzeko son stato tre giorni nascosto in un albergo a Sarajevo insieme a Braida. Ultimamente mi beccano sempre“. Galliani si gode cio’ che ha seminato e raccolto, ma non vuole sembrare troppo autoreferenziale: “Sono molto critico nei miei confronti. Si sarebbe potuto fare sicuramente di più e meglio. Ci sono tante cose che avrei potuto fare o non fare. Credo che ciascuno di noi, tranne pochissime persone nel mondo, dia il 100% delle proprie potenzialità e possa sempre fare meglio. E’ difficilissimo“. Come difficile sarà immaginare Adriano Galliani e il Milan non piu’ assieme. Sentimentalmente, impossibile che accada. (ITALPRESS)