Martedi 6 Dicembre

Volley: grande festa al PalaCattani per il Samsung Gear All Star Game [FOTO]

FILIPPO RUBIN

Samsung Gear All Star Game: festa al PalaCattani, le Blue Stars vincono il trofeo. Le stelle di Serie A e Alessio Bernabei accendono Faenza

Una serata di stelle per aprire la stagione della Serie A Femminile. Il Samsung Gear All Star Game, evento organizzato da Lega Pallavolo Serie A Femminile e Master Group Sport, entusiasma il PalaCattani di Faenza e i suoi 2000 spettatori, per la stragrande maggioranza bambini e ragazzi, in una serata che celebra l’infinito talento delle giocatrici che accenderanno la stagione 2016-17: vincono le Blue Stars, allenate da Davide Mazzanti, ma più del risultato emoziona l’impegno e l’umiltà delle stelle in campo, che regalano spettacolo e centinaia di autografi e selfie prima e dopo la partita.

FILIPPO RUBIN

FILIPPO RUBIN

Ora spazio al Campionato, che esordirà mercoledì con l’anticipo della prima giornata tra Club Italia e Pomì Casalmaggiore. Il turno si completerà tra sabato – con l’anticipo in diretta su Rai Sport HD tra Imoco Volley Conegliano e Savino Del Bene Scandicci – e domenica. Prima, lunedì 10, la presentazione della stagione 2016-17 al Samsung District di Milano.

La serata parte con la chiamata in stile NBA, con le giocatrici che entrano una alla volta dal tunnel degli spogliatoi e vengono accolte dagli applausi del pubblico. Neanche a dirlo, per Cristina Chirichella e la ‘social’ Valentina Diouf – che entra filmandosi in diretta – due autentiche ovazioni. Foto di rito, ‘roundie’ con la Samsung Gear 360° e si comincia.

La partenza è favorevole alle Blue Stars, nonostante una pallonata in faccia alla stessa Chirichella. Muro di Bartsch, ace di Malinov e anche la vittoria nel primo ‘Bagherone’, sfida a colpi di bagher tre contro tre: 12-6. Il turno al servizio di Sorokaite, coadiuvata dai contrattacchi di Egonu e Plak, riequilibra la sfida fino al 12-10. Il -1 arriva sulla rivincita al Bagherone, che gli allenatori possono chiamare una volta per uno ogni set. Le Blue Stars mantengono un vantaggio minimo, fino a che Heyrman realizza l’ace aggrappandosi al nastro: 16-16.

FILIPPO RUBIN

FILIPPO RUBIN

Chirichella stampa la pipe di Egonu e 18-16. Ma con le pallate dell’opposto azzurro è di nuovo parità a quota 21. Il tocco di seconda di Orro fa 22-22. Le ragazze in campo non ci stanno a perdere. Quasi protestano le Blue per un tocco del muro ravvisato dal secondo arbitro sull’attacco di Sorokaite: 23-24. Annulla Skowronska e poi Bartsch per il 25-25. Ancora Skowronska sorpassa, ma nulla da fare. Chirichella per il 27-26, ma poi sbaglia il servizio. Così come Belien. E’ un ace di Skowronska a chiudere un parziale infinito.

Tra il primo e il secondo set il campo è tutto di Alessio Bernabei, che scalda il pubblico con due pezzi tratti dal suo primo album da solista, ‘Noi siamo infinito’, dal titolo del singolo che fa cantare il PalaCattani. Apprezzano anche le giocatrici, pure loro, come le più giovani sugli spalti, alla ricerca di un selfie con la giovane pop star.

FILIPPO RUBIN

FILIPPO RUBIN

Nel secondo parziale si mischiano le carte: tra le Blue Stars Loda, Malagurski e Witkowska, tra le White Stars ci sono Efimienko, Bricio ed Enright. Proprio la messicana realizza tre punti consecutivi per il 6-8, cui segue il Bagherone che avvicina le Blue al -1. In equilibrio anche questo parziale, qualche errore di troppo delle ‘bianche’ regala il 16-14 alle avversarie. Malagurski ed Egonu se le danno di santa ragione, 18-18. Bricio dà la spallata fino al 18-21 e coach Mazzanti chiama time out. Efimienko fa male con i suoi centimetri e allunga fino a 18-23. Si arriva al set point, trasformato da Egonu. Si va al tie-break sull’1-1.

La squadra di Secchi comincia meglio anche il decisivo terzo set, in vantaggio per 4-6. In battuta anche una delle raccattapalle. Bartsch con muro su Egonu, pallonetto e diagonale stretto ribalta per l’8-6 al cambio di campo. Aelbrecht vola in difesa e procura un punto diretto, ancora Bartsch e 10-6. Rientrano le bianche con Egonu e Sorokaite, ma sul più bello Enright va lunga e le Blue si impongono 15-13. Il premio MVP finisce nelle mani di Katarzyna Skowronska, opposta della Foppapedretti Bergamo. L’immagine finale è bellissima, decine di ragazzine intorno alle giocatrici, che non si risparmiano in sorrisi.

BLUE STARS – WHITE STARS 2-1 (29-27, 19-25, 15-13)
BLUE STARS: Arcangeli (L), Candi 2, Signorile, Loda 5, Malinov 1, Folie, Cruz, Aelbrecht 6, Chirichella 5, Witkowska (L), Malagurski 4, Diouf, Skowronska 7, Bartsch 10. All. Mazzanti.
WHITE STARS: Sorokaite 6, Bricio 8, Belien 3, Plak 3, Heyrman 4, Leonardi (L), Enright 2, Orro 1, Bruno (L), Dijkema, Efimienko 4, Sylla, Egonu 15. All. Secchi.
ARBITRI: Bruno Frapiccini, Ubaldo Luciani.
NOTE – Spettatori 2070, durata set: 30′, 27′, 20′; tot: 77′.