Domenica 4 Dicembre

Volley, A1 femminile: il Club Italia cede alla Pomì Casalmaggiore solo al tie break

Rubin X LVF

Parte bene la Pomì Calamaggiore nel campionato di Serie A1 di Volley femminile che ha battuto al PalaYamamay il Club Italia al tie break

Rubin X LVF

Rubin X LVF

È della Pomì Casalmaggiore il primo successo della Samsung Gear Volley Cup di Serie A1 Femminile. Le rosa ottengono due punti sul campo del Club Italia, che per lunghi tratti del match approfitta degli alti e bassi ospiti e costringe le Campionesse d’Europa in carica a faticare fino al tie-break. Per il team di Gianni Caprara una vittoria comunque importante alla vigilia della partenza per Manila, dove le casalasche disputeranno dal 18 al 23 ottobre il Mondiale per Club: Fabris la top scorer con 21 punti, in crescendo la prestazione di Guerra (17), in campo per Tirozzi. Escono soddisfatte dal debutto stagionale anche le azzurrine di Cristiano Lucchi, che mettono in cascina un punto contro una delle principali pretendenti allo Scudetto e mostrano ottime qualità su cui costruire la seconda annata di A1. Oltre alla solita Egonu, autrice di 23 punti, brillano anche Melli e Botezat.

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Siamo venute qui con le valigie, la testa ovviamente è al viaggio nelle Filippine – ammette Lucia Bosetti – ma proprio per questo siamo contente di aver vinto. Non è stato facile, i due punti ci soddisfano. Il Mondiale per Club? Saremo al cospetto delle migliori squadre al mondo. Spero che l’aver giocato spesso contro squadre turche sia utile alla squadra“. “Sono molto contenta – afferma Perinelli, capitana del Club Italia -, siamo state brave e questa serata rappresenta un buon punto di partenza. Anche con squadre più forti di noi cercheremo di vincere, oggi è venuta fuori la loro maggiore l’esperienza e a noi non resta che lavorare molto”. 

La Pomì Casalmaggiore scende in campo con l’ex Anastasia Guerra al posto della capitana, Valentina Tirozzi. L’altra banda è il neo-acquisto Lucia Bosetti, con l’altro colpo di mercato Fabris opposta a Carli Lloyd. Al centro Stevanovic e Gibbemeyer, libero Sirressi. Il Club Italia schiera Orro ed Egonu nella diagonale di posto due, Mancini e Botezat al centro, capitan Perinelli e Melli in banda e De Bortoli libero.

pomìLa partenza delle rosa è contraddistinta da qualche errore di troppo, che consente alle azzurrine di salire 6-4 con la fast di Mancini. Il turno al servizio di Guerra, condito da due ace, capovolge la situazione (6-8). Entra in scena Botezat, doppio primo tempo, muro su Bosetti e ace per il nuovo sorpasso del Club Italia sul 12-10. Orro continua a servire le centrali ed è un’ottima scelta (15-13). Stevanovic impatta sul 15-15, il primo time out discrezionale (in A1 è stato abolito il time out tecnico a 12) lo chiama Lucchi. Break di 5-0 delle azzurrine con due punti di Melli e l’ace di Orro, poi Egonu ribadisce per il 21-16. Black out casalasco, Bosetti out con il pallonetto e 23-16. La Pomì si avvicina in maniera prepotente fino al 24-22 con Stevanovic e il muro di Bosetti, chiude Perinelli.

Più convinta Casalmaggiore al rientro in campo, spinta al 4-7 anche da un punto diretto in difesa di Bosetti. Fabris spinge la parallela, 6-10 e Lucchi ferma il gioco. Con Stevanovic e Gibbemeyer la Pomì sale 9-14, sassata di Egonu e diagonale preciso di Melli che tengono le azzurrine in partita (13-16). Il divario non aumenta né diminuisce, Botezat firma il primo tempo ma Egonu non passa da posizione defilata (17-21). Sul 19-23 la prima chiamata del Video Check della stagione: Caprara chiede di rivedere il servizio di Fabris chiamato fuori e il video conferma. Ci prova anche Lucchi poco dopo, ma il tocco a muro sperato non c’è. Di Stevanovic il 20-25 che pareggia i conti.

Rubin X LVF

Rubin X LVF

Passa tra le mani del muro Guerra, ma la Pomì insegue 6-3 nel terzo. Bosetti picchia e avvicina le sue 8-7, un attimo dopo Fabris va lunga con la parallela e sul 10-7 coach Caprara si appella al time out discrezionale. Block out di Perinelli, ace di Egonu ed è sempre +3 (12-9). Caprara vuole il Video Check sulla fast out di Stevanovic, senza fortuna. Mancini realizza l’ace ed è 16-11. Troppi errori nella metà campo rosa, Fabris subisce il muro a uno di Botezat e 18-12. Entrano Peric al posto di Lloyd e Turlea per la croata. Ricezione difettosa, Botezat fa 20-12. Dilagano le azzurrine, Caprara ristabilisce la formazione titolare quando è già 23-12. Contrattacco e muro di Egonu, 25-13 e il Club Italia conquista il primo punto del suo campionato.

pomi casalmaggioreReagisce la Pomì, 2-6 in avvio del quarto set con la battuta potente di Fabris. Mancini stringe troppo la fast e 4-9 dopo l’ace di Guerra. Accelerazione della rosa, mentre Lucchi fa esordire Arciprete. Fast di Gibbemeyer e 6-14. Il parziale scorre veloce nonostante i tentativi di Egonu (8-17). Guerra mura Arciprete, Fabris fa lo stesso su Perinelli per il 9-22. Anche un Video Check amico sull’attacco di Guerra, toccato dal muro. La stessa schiacciatrice ex del match firma l’11-25 che conduce le due squadre al tie-break.

Che parte con la fiondata di Egonu e la slash di Melli (2-0). L’opposta della Nazionale commette due errori, sorpasso Pomì 2-3. Di nuovo il servizio di Guerra fa male alle padrone di casa, facile per Bosetti e Fabris mettere a terra per il 3-6. Sempre la croata sulla linea di fondo, si cambia campo sul 4-8. Ace di Perinelli, muro di Orro e il match si riapre (9-10). Poco reattive però le azzurrine sul pallonetto di Bosetti, 9-12. Guerra sigla due punti consecutivi, il punto numero 15 arriva su invasione.

Il tabellino della partita

Club Italia – Pomì Casalmaggiore 2-3 (25-22, 20-25, 25-13, 11-25, 11-15).

Club Italia: Perinelli 8, Lubian, De Bortoli (L), Mancini 7, Arciprete, Melli 15, Botezat 12, Egonu 23. Non entrate Enweonwu, Ferrara, Cortella, Bulovic. All. Lucchi.
Pomì Casalmaggiore: Bacchi, Sirressi (L), Turlea, Gibbemeyer 14, Bosetti 12, Guerra 17, Fabris 21, Stevanovic 6. Non entrate Gibertini, Tirozzi, Susic. All. Caprara.
Arbitri: Prati, Bassan.
Note- Spettatori 1683, durata set: 26′, 28′, 25′, 26′, 16′; tot: 121′.