Venerdi 9 Dicembre

Vela, finalmente si comincia: a Formia va in scena il Campionato Italiano Classi Olimpiche

Fabio Taccola/AGnetwork/FIV

Cerimonia d’inaugurazione ieri a Formia per il Campionato Italiano Classi Olimpiche 2016, manifestazione che riunisce quasi 200 equipaggi dal 6 fino a al 9 ottobre

Sono quasi 200 gli equipaggi che da oggi, divisi nelle dieci Classi Olimpiche (470 M, 470 F, Laser Standard, Laser Radial, Nacra 17, 49er, 49er FX, RS:X M, RS:X F e Finn) e nella Classe Paralimpica 2.4 mR, scenderanno in acqua nel golfo di Gaeta per la prima delle quattro giornate di gara del Campionato Italiano Classi Olimpiche 2016, l’evento più importante dell’anno nel calendario della Federazione Italiana Vela, in programma a Formia fino a domenica 9 ottobre, con organizzazione del Circolo Nautico Caposele (www.cncaposele.it) e il supporto della IV Zona FIV.

Ieri alle 19, nello spettacolare contesto dell’Anfiteatro dell’Area archeologica di Caposele, è andata in scena la cerimonia di inaugurazione del Campionato, alla presenza delle autorità locali e dei responsabili dell’organizzazione, nonché di numerosi esponenti della Federazione Italiana Vela.

Ringrazio tutte le persone coinvolte nell’organizzazione, è la seconda volta che il CICO si disputa qui a Formia, dopo l’edizione del 2010, e anche in questa occasione la sfida è stata raccolta e il lavoro portato avanti con capacità e passione”, ha dichiarato il Presidente della IV Zona FIV (Lazio) Alessandro Mei. “Sarà un Campionato impegnativo, perché il meteo stesso lo sarà, già da domani: speriamo quindi di riuscire a portare a termine il maggior numero possibile di prove”.

Questo Campionato rappresenta un importante momento di confronto tra gli atleti, in un golfo che da sempre offre condizioni eccellenti per le regate”, le parole del Direttore Tecnico della Nazionale Michele Marchesini. “Per questi quattro giorni mi aspetto una reale competizione in acqua, che gli atleti si divertano e che vincano i migliori”.

Nelle acque di questo golfo ho vinto il mio primo Campionato Juniores”, ha aggiunto il suo Vice, nonché DT della Nazionale Giovanile Alessandra Sensini, “quindi ci sono particolarmente legata. A parte questo, mi fa piacere vedere qui anche tanti giovani, tutti uniti dal sogno olimpico, e molti dei quali che gravitano nell’ambito delle squadre giovanili. Spero che tutti in acqua s’impegnino e si divertano”.

Dopo i successivi interventi del Consigliere Federale Guido Ricetto e del Vice Sindaco di Formia Eleonora Zangrillo, il Presidente del CN Caposele Raffaele Giarnella ha chiuso la cerimonia, salutando tutti i partecipanti, i tecnici e gli accompagnatori, e ringraziando, oltre ai rappresentanti della Federazione Italiana Vela, le numerose persone coinvolte nell’organizzazione.

Da domani, invece, tutti in acqua per le prime prove di una serie che si concluderà domenica, ultima delle quattro giornate di regata, al termine della quale saranno assegnati gli ambiti titoli Italiani delle Classi Olimpiche e della Paralimpica 2.4 (in palio, per questa classe, anche la Guldmann Cup), oltre ai titoli Juniores per 470, Laser Standard e Laser Radial.

Per il secondo anno consecutivo, inoltre, grazie ad un’iniziativa della Federazione Italiana Vela, sarà in palio anche un montepremi totale di 33.000 euro (10.000 al primo classificato), che verrà assegnato alle società veliche sulla base di una classifica che terrà conto del numero di atleti tesserati al club che partecipano al Campionato, i risultati sportivi conseguiti in ogni classe e il numero di classi in cui il club è rappresentato. Presenti, tra i 191 equipaggi in regata, anche gli azzurri reduci dalla spedizione olimpica azzurra a Rio de Janeiro, eccetto Giulia Conti e Francesca Clapcich (49er FX), che hanno annunciato il ritiro dalle classi olimpiche, e Flavia Tartaglini (tavola a vela RS:X).

Come già anticipato nelle scorse settimane, per quest’attesa edizione del Campionato Italiano Classi Olimpiche sono previste due basi logistiche a terra – il Porticciolo Romano antistante il Circolo Nautico Caposele per accogliere le classi Finn, 470 (M e F) e 2.4 mR, e la spiaggia di Vindicio per le tavole RS:X (M e F), 49er, 49er FX, Nacra 17, Laser Standard e Laser Radial – e cinque campi di regata. Il Villaggio della Regata si estenderà invece lungo la Pineta di Vindicio e il primo tratto di spiaggia.

L’assistenza tecnica a mare e a terra sarà curata dal Circolo Nautico Caposele e dai Tecnici della Squadra Olimpica della FIV in collaborazione con lo Yacht Club Gaeta, il Circolo Nautico Vela Viva, il Centro Velico Vindicio, il Circolo Remiero e Velico Terracina e la Lega Navale di Scauri. Indispensabile anche la collaborazione dei volontari degli studenti dell’Università di Cassino Facoltà di Scienze Motorie, dell’Istituto Nautico di Gaeta Caboto, dell’istituto Superiore Stefanelli di Mondragone e dell’Istituto Commerciale Filangieri di Formia.