Sabato 3 Dicembre

Tennis, viaggio nei luoghi della sua infanzia: Djokovic torna al muretto dove è nata la leggenda [VIDEO]

Novak Djokovic ritrova un vecchio muretto, sopravvissuto alla guerra, dove si allenava da bambino in Serbia,

Novak Djokovic ama infinitamente il tennis. Da bambino, l’attuale numero 1 al mondo, si allenava nei campi serbi, nonostante la guerra. Con la sua allenatrice erano un po’ come dei nomadi, cambiano infatti spesso campo, andando alla ricerca di quello che aveva già subito attacchi, in modo tale da potersi allenare senza troppi problemi, con un po’ di spensieratezza, se riuscivano ad averla.

Nonostante le grandi difficoltà, Djokovic è diventato un campione, amato in tutto il mondo per il suo carattere, per la sua simpatia e, ovviamente, anche per il suo talento e le abilità nel tennis. Adesso, dopo tantissimi anni, Novak è tornato in Serbia, in vacanza con tutta la sua famiglia, e ha ritrovato un vecchio muretto dove passava le giornate ad allenarsi: “l’ultima volta che ho giocato qui era il 1998. E’ il mio campetto preferito in assoluto al mondo il tennis-wall è il miglior avversario contro cui ci si possa allenare, perché non manca mai una palla”. Il campo è invaso da erbacce e sterpaglia e sono visibili i segni della guerra nella ex Jugoslavia. Nel video Djokovic è in compagnia del figlio e della moglie“, ha spiegato Djokovic in un video postato sui social network.