Domenica 4 Dicembre

Tennis – Match fixing, anche a Novak Djokovic sarebbe stato proposto di truccare dei match

LaPresse/Reuters

Il tennista israeliano Amir Weintraub ha svelato come ad ogni atleta sia stato proprosto di truccare dei match, Novak Djokovic compreso

LaPresse/Xinuha

LaPresse/Xinuha

In una recente intervista rilasciata ad una TV israeliana, il tennista numero 2 di Israele, Amir Weintraub, ha svelato una scomoda verità sul match fixing nel mondo del tennis. Secono Weintraub, ad ogni giocatore, indipendentemente dal fatto sia di prima o di seconda fascia, è stato proposto di truccare dei match, per fare le fortune degli scommettitori. Succedeva una settimana si e una no, ovunque, ma soprattutto in Paesi come la Russia. Anche se dopo una, due, tre settimane, quando dici ‘no no’, poi si fermano. Nel chiedertelo ti dicono ‘sei interessato a non sentirti bene in una partita?. Non c’è nessun giocatore compreso tra la 1.500esima posizione e la prima che non sia mai stato approcciato, Novak Djokovic incluso“.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Data per certa la totale estraneità di Djokovic in queste losche faccende, la prospettiva di guadagnare una somma ingente truccando una sola partita, è davvero allettante, soprattutto per i tennisti di seconda fascia che fanno davero fatica a guadagnare qualcosa al netto delle dei  costi di viaggi, hotel e altre spese.Quello che puoi guadagnare combinando una singola partita, è una cifra maggiore rispetto a ciò che uno della mia classifica guadagna“.