Domenica 4 Dicembre

Spagna, incredibile: arbitro viene aggredito dopo la partita da… una nonna!

In Spagna un arbitro 18enne è stato aggredito dalla nonna di uno dei calciatori per aver espulso un giocatore durante una partita di 1a Divisiòn Provincial

Arbitro aggredito da una nonna – In questo caso si dovrebbe parlare di violenza, anche se a molti scapperà un sorriso più che un’espressione di amarezza. Siamo in Spagna, nel 1a División Provincial tra il Puente Castro e la Peña. L’arbitro, poco più che 18enne, si chiama lvaro de la Iglesia, che nel match in questione è stato vittima, come spesso accade purtroppo per la sua categoria, di violenza. In questo caso, però, a compiere l’atto è stata… la nonna del portiere dei padroni di casa del Puente Castro. Già, non avete letto male. A confessarlo è stato lo stesso giovane direttore di gara a “Marca”, dichiarando: “dopo il fischio finale una signora di sessant’anni mi ha tagliato la strada, poi mi ha preso per un braccio, graffiato e ha cercato di tirarmi quattro, cinque schiaffi colpendomi due volte sul braccio e sul petto”.

arbitro-calcio11_33Arbitro aggredito da una nonna – Un episodio non proprio edificante. La colpa dell’arbitro sarebbe stata quella di espellere un giocatore. Una decisione accettata dagli addetti ai lavori, ma non dalla nonnina, che non ci ha pensato due volte ad aggredire fisicamente e verbalmente il malcapitato direttore di gara, che incredulo si è preso schiaffi e insulti. La signora, per la cronaca, si è beccata anche una denuncia. Non il modo migliore per fare il tifo per la squadra e, soprattutto, per il proprio nipotino.