Mercoledi 7 Dicembre

Si infiamma Juventus-Napoli, De Magistris shock: che attacco a Renzi e Higuain

LaPresse/Daniele Badolato

Intervistato da Radio1, il sindaco di Napoli De Magistris ha attaccato Higuain e Renzi, tacciandoli come traditori

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, oggi a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, ha risposto alle domande dei conduttori Giorgio Lauro e Geppi Cucciari su una sua affermazione, nella quale dava, per motivi diversi, dei traditori a Matteo Renzi e Gonzalo Higuain.

LaPresse/TanoPress

LaPresse/TanoPress

Si, è vero, l’ho detto e ci stava, ma sono due tradimenti diversi. Da sindaco, devo dire che la vicenda di Bagnoli, per Renzi, è gravissima, dal punto di vista istituzionale l’abbiamo vissuta come un esproprio della democrazia cittadina. Higuain? I tifosi avevano stretto un legame eccezionale con Higuain, ma ci è andato a perdere lui: quando rompe un legame di affetto con Napoli e lui che ci va a perdere“. Peggio il tradimento del premier o quello del calciatore? “Peggio quello di Higuain. Perchè il calcio, in questo caso, è più importante di un premier“. Secondo De Magistris, Higuain non potrà più farsi una passeggiata nella splendida Napoli: “penso proprio di no. Per quanto Napoli è accogliente, penso che Higuain non avrebbe un’accoglienza entusiasta“.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Sarebbe accolto peggio di quando venne Renzi? “Renzi deve girare col metal detector appresso circondato da mille uomini. Se è più forte la Juve o Renzi? In questo momento la Juve, ma entrambi sono battibili: i bianconeri in campionato, Renzi sul referendum“. (ITALPRESS)