Venerdi 9 Dicembre

Non c’è pace per De Boer! Mandorlini: “panchina Inter ? Vi svelo il mio sogno. Su Icardi…”

LaPresse/Spada

Ex giocatore dell’Inter, Mandorlini svela il suo sogno di poter un giorno sedere sulla panchina nerazzurra. E su Icardi non le manda a dire

LaPresse/Enrico Locci

LaPresse/Enrico Locci

Mandorlini, sogno Inter –Io tra i candidati per il dopo De Boer? Magari. Ringrazio chi ha fatto il mio nome, mi piacerebbe, in cuor mio c’è’ sempre questa piccola speranza ma adesso il presente si chiama de Boer che deve fare bene per questi colori e per tutta la gente interista. Auguro a lui il meglio, ringrazio tutti i tifosi interisti per l’affetto e chissa’ se un giorno esaudiro’ questo sogno“. Andrea Mandorlini, ospite di “4-4-2”, il programma trasmesso in live streaming sul sito www.sportmediaset.it, si dice lusingato dalle voci che lo vorrebbero candidato per la panchina nerazzurra qualora saltasse il tecnico olandese. “Credo sia riduttivo dare dei giudizi quando non si ha la conoscenza profonda di una squadra – la sua analisi sul momento dell’Inter –Abbiamo fatto una grande gara contro la Juve, si pensava che da li’ fosse tutto risolto e cosi’ invece non e’ stato. Spero si ritorni a fare dei risultati positivi che in questo momento non stanno arrivando.

LaPresse/Jennifer Lorenzini

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Mandorlini, sogno Inter – Troppa fretta nella scelta di de Boer? I cambiamenti sono stati repentini però è stato preso un allenatore nuovo e si è iniziato un nuovo percorso. In Italia si vuole sempre tutto e subito: de Boer avrà il tempo per dimostrare le sue qualita’. In questo momento stanno mancando i risultati ma solo la società potrà dire se e’ stata una scelta affrettata. L’unica medicina possibile è la vittoria”. E su Icardi aggiunge: “ha dimostrato di avere personalità. Un poco potrà subire la pressione ma come ha avuto carattere nello scrivere alcune cose dovr àdimostrare anche in campo di essere un giocatore con gli attributi, facendo gol come ha sempre fatto. Giusto lasciargli la fascia da capitano? Credo sia stata una scelta condivisa da societa’, allenatore e squadra. Se hanno scelto cosi’ credo che sia la scelta migliore”. (ITALPRESS).