Sabato 10 Dicembre

Niente Roma 2024, Campriani però svela: “confido nei Giochi del 2028

LaPresse/Photo4

Dopo il no del sindaco Raggi alla candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024, Niccolò Campriani spera che l’Italia si candidi per quelle del 2028

Malagò ha detto che dopo la mancata candidatura di ‘Roma 2024‘ l’Italia non ne presenterà un’altra per i prossimi 20 anni? Speriamo che siano otto e non venti…

LaPresse/Jurek Kralkowski

LaPresse/Jurek Kralkowski

Se le Olimpiadi del 2024 venissero assegnate a Los Angeles, dopo, anche per un fatto di rotazione comunque devono tornare in Europa“. Lo ha detto il bi-campione olimpico a Rio 2016, Niccolò Campriani, parlando a margine della consegna del ‘Fiorino d’oro’ di Firenze, avvenuta quest’oggi da parte del sindaco Dario Nardella, all’istituto scolastico ‘Buontalenti’ di Firenze. Il messaggio che è arrivato dal presidente del Coni “è del tipo ‘non siamo in grado di…’, e quindi è un po’ tosta da digerire, più che altro perchè non si è voluti entrare nel merito della candidatura olimpica. Io non voglio giudicare il ‘sì’ o il ‘no’ all’appoggio alla candidatura di ‘Roma 2024’, quanto il modus operandi – ha aggiunto il 28enne tiratore fiorentino – il non entrare nel merito è stato un peccato e, se vogliamo anche irrispettoso nei confronti di tanta gente che ha lavorato alla candidatura di ‘Roma 2024’, ed è tanta gente per bene.

Rio 2016, Campriani oro nella carabina 50 mtNon dobbiamo generalizzare. C’è tanta gente per bene che ha lavorato in questo progetto, che ci ha creduto, ed anche solo la soddisfazione di poter discutere nel merito punto per punto il dossier, sarebbe stato giusto. Ho poco da aggiungere alle mie riflessioni fatte nei confronti della decisione del comune di Roma sul mancato appoggio alla candidatura della Capitale per le Olimpiadi di Roma 2024, e la promessa non mantenuta di non fare un referendum con i romani in merito – ha proseguito Campriani – quello che dovevo dire l’ho detto, adesso lascio parlare i vari personaggi protagonisti. Oggi Malagò vedrà Bach e vediamo quella che sarà la posizione del Coni dopo questo incontro“. (ITALPRESS).