Mercoledi 7 Dicembre

NBA, ‘elefanti’ e test di cultura generale per gli Spurs: l’ultima trovata di coach Popovich!

Zuma Press

Metafore per spiegare la vita e dibattiti culturali durante gli allenamenti: ecco le ultime trovate di Gregg Popovich per i suoi San Antonio Spurs

Xinhua

Xinhua

Negli ultimi anni, in strana coincidenza con l’arrivo di Gregg Popovich sulla panchina dei San Antonio Spurs, i fans NBA si sono innamorati del gioco della franchigia texana, guidato ad arte dal coach ‘Pop‘. Una delle più belle caratteristiche dei metodi di allenamento di Popovich è sicuramente l’attenzione verso l’interazione con i suoi giocatori, ricordiamolo, ‘Pop‘ è uno dei pochi con cui il taciturno Tim Duncan ha speso 2-3 parole (più volte!). L’ultima trovata, riportata da ‘NbaReligione”, però è davvero singolare: Popovich ha ammesso di divertirsi a interrogare i suoi giocatori. Niente di strano per uno che ha un passato nella CIA. Vero. La natura delle domande rende tutto più singolare, i test sono di cultura generale!Quando camminando vedrò un gruppo di giocatori che parlano tra loro, mi avvicinerò e gli chiederò qualcosa sul sistema politico, o sul dibattito Clinton-Trump, servirà per creare un dialogo tra loro – ha spiegato Popovich – E sarà divertente per me vedere chi ne sa di più”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Popovich è inoltre molto attento a formare i suoi ragazzi non soltanto sul piano culturale, ma anche su quello sociale, aiutandoli a sviluppare una coscienza verso il mondo che li circonda, i problemi razziali negli USA, la vita e il sistema politico che li circonda affinchè prendano atto della realtà e di come fare per cambiarla. Il tutto spiegato con una fantasiosa metafora. “Credo sia importante per loro, per le loro vite e le loro famiglie capirlo – ha spiegato ‘Pop’ – Ognuno di noi deve affrontare l’elefante che è nella stanza, ma nessuno lo vuole realmente. Le persone sono stanche di tutto ciò. Di nuovo? Dobbiamo parlarne ancora? Beh, si! E la ragione è perché c’era ancora un elefante nella stanza poiché nessuno se ne è mai curato! È ancora li”.