Venerdi 2 Dicembre

NBA, Durant stiglia gli Warriors: “che schiaffo dagli Spurs, ecco in cosa dobbiamo migliorare”

LaPresse/Reuters

Kevin Durant ha fatto la ramanzina al suo nuovo team dopo la sconfitta all’esordio contro gli Spurs, invitando i Golden State Warriors a giocare di squadra

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Inizia con una sconfitta l’avventura di Kevin Durant con la maglia dei Golden State Warriors. L’ex Thunder nonostante sia stato top scorer del suo team con 27 punti, ed aver catturato ben 10 rimbalzi, non è riuscito (come i compagni) a far fronte alle sortite offensive di Leonard e compagni, trovandosi spesso in difficoltà in fase difensiva. Il punteggio di 129-100 è un vero e proprio schiaffo, come lo stesso Durant ha sottolineato nell’itervista post match. “Questa sconfitta ci deve far riflettere, potrebbe essere un campanello d’allarme – è il monito di Kevin Durant a fine gara – Alcune cose non hanno funzionato, ma alla fin fine ci può stare, dato che dobbiamo ancora trovare l’amalgama giusta tra di noi. E’ da dire, tuttavia, che questa sera i San Antonio Spurs ci hanno dato un bello schiaffo in faccia e, sicuramente, ci hanno fatto svegliare un po’. Ci servirà di lezione per il prosieguo della stagione”.