Lunedi 5 Dicembre

MotoGp, Uccio racconta: “Valentino è il mio primo ricordo da piccolo. Marquez? Avevo ragione!”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Alessio Salucci, Uccio, amico fidato di Valentino Rossi racconta il suo rapporto con Valentino Rossi e le sue sensazioni su quella vecchia amicizia tra il Dottore e Marquez

E’ andato in scena ieri il Gran Premio del Giappone di MotoGp. Una gara ricca di emozioni e colpi di scena. A Motegi è infatti accaduto l’impensabile: Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono caduti, Marquez ha tagliato per primo il traguardo e ha quindi conquistato con tre gare d’anticipo il titolo mondiale, il terzo in MotoGp, il quinto in totale.

uccio valentino rossiUna grande delusione per i piloti Yamaha, soprattutto per Valentino Rossi e i suoi fan che ancora speravano in una grande rimonta e in una bella impresa. Sfuma quindi un’altra volta il decimo titolo per il Dottore che però non demorde e ci riproverà, anche con l’aiuto dei suoi più cari amici, tra cui c’è il suo fidatissimo Alessio Salucci, noto come Uccio.

Mi sento come un amico, un fratello e uno di famiglia. Il mio primo ricordo da piccolo è Valentino. Avevo tre o quattro anni e ricordo i primi giochi con lui. Io non ho fratelli e lui ha avuto il suo a 18 anni, dunque siamo cresciuti insieme. Per me è come uno di famiglia. Più che un fratello maggiore: un fratello gemello”, ha dichiarato il braccio destro del Dottore in una lunga intervista a Marca.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Uccio si sposta poi sul rapporto tra Rossi e Maquez: lo spagnolo “era un po’ amico di Vale, ma io non sono mai stato d’accordo con questa amicizia o con questa simpatia. A me questo ragazzo che aveva un poster di Vale in camera non è mai piaciuto… Alla fine, avevo ragione”, ha concluso.