Venerdi 9 Dicembre

MotoGp, Marquez realista: “non sono al 100%, ho poche speranze di vittoria”

Alessandro La Rocca/LaPresse

Nonostante i problemi fisici di ieri, Marquez è riuscito a centrare il quarto posto in griglia dietro Dovizioso, Rossi e Lorenzo

Sorprese e colpi di scena nelle Qualifiche del Gp della Malesia che incoronano uno strepitoso Andrea Dovizioso, capace di dominare in lungo e in largo gli interi 15 minuti di sessione.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Dietro la DesmosediciGp del pilota italiano si piazzano le due Yamaha di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, che partiranno uno accanto all’altro per dare vita ad una sfida all’ultimo sorpasso per il secondo posto nella classifica iridata. Solo quarto il campione del mondo Marquez, attardato rispetto al leader della Ducati. “Oggi è stata una giornata difficile, ma la cosa più importante è che mi sento meglio rispetto a ieri” commenta il campione dopo le Qualifiche di oggi. “Nella FP4 mi sentivo abbastanza a mio agio, poi per la qualifica abbiamo provato a migliorare il set-up, ma purtroppo le modifiche che abbiamo fatto non hanno funzionato come avremmo sperato, quindi domani dovremo tornare indietro se ci sarà bagnato. In ogni caso nella FP4 ero competitivo ed anche in qualifica ho chiuso quarto, quindi non è un disastro“.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Sulle sue condizioni fisiche, poi, Marquez rivela: “non mi sento ancora al 100%, ma molto meglio di ieri. Ho bevuto davvero tanta acqua, credo almeno quattro litri, e per domani i dottori hanno detto che dovrei stare ancora meglio. Cosa mi aspetto per domani? Sicuramente una gara asciutta è meglio sia per lo show che per i piloti. E’ vero che qui il grip è molto buono anche con il bagnato, ma è sempre difficile capire cosa fare quando inizia ad asciugare. La cosa positiva è che mi sento competitivo in entrambe le condizioni. Non so se sarò in grado di lottare per la vittoria. Con l’asciutto sono veloce sul giro secco, ma dobbiamo capire il ritmo degli altri ed il decadimento della gomma, anche se credo che al momento non lo sappia nessuno. Inoltre in base alla temperatura bisognerebbe scegliere la gomma giusta sia davanti che dietro. Penso che potremo lottare per il podio, per la vittoria non lo so, ma ci proveremo“.