Giovedi 8 Dicembre

MotoGp, Marquez non perde la concentrazione: “nessun festeggiamento speciale, ho perso la voce”

LaPresse/EFE

Marc Marquez pronto a divertirsi dopo aver conquistato il titolo Mondiale in Giappone: le sensazioni dello spagnolo in vista del Gp d’Australia

Nessuna pausa! La MotoGp continua a regalare forti emozioni. Dopo la gara sorprendente del Giappone che con le cadute di Rossi e Lorenzo e il primo posto di Marquez ha consegnato matematicamente il titolo mondiale al campione di Cervera, i piloti si sono immediatamente trasferiti in Australia dove domenica correranno sul circuito di Phillip Island.

Marquez tornerà il pilota folle, quello di sempre, che non deve più ragionare e pensare a cosa fare con cautela, mentre i due piloti Yamaha lotteranno con tutte le loro forze per il secondo posto.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Felice e sereno il nuovo campione del mondo che adesso vuole pensare a divertirsi nelle prossime gare: “naturalmente adesso sto benissimo, sono più rilassato ma non mi aspettavo di vincere il titolo così presto, mancano ancora tre gare e adesso ci divertiremo, e per il resto è tutto perfetto! E’ stato difficile realizzare, nessuno se l’aspettava io credo è stata una gara stranissima ma alla fine è andata bene, davvero volavamo la domenica, siamo tornati sulla terra, va benissimo che la voce va bene dopo la festa perchè qualche problema ce l’avevamo, ma adesso siamo qua. Ci siamo divertiti molto, è stato molto bello anche la squadra era felicissima, la squadra che ha lavorato tanto durante l’anno, se lo sono meritato“, ha dichiarato Marquez in conferenza stampa in Australia.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Phillip Island è uno dei circuiti che preferisco, l’anno scorso dopo una bellissima battaglia siamo riusciti a vincere, proveremo a ripetere quel risultato ma so che sarà difficile, i piloti Yamaha ci sono e anche Vinales è forte. Ho provato il cricket ma non sono molto bravo, non è decisamente il mio sport“, ha aggiunto il campione di Cervera.

Domenica sera una bella festa, ho dormito tutto il lunedì, poi il volo per Melbourne dove siamo stati un giorno, abbiamo speso un po’ di soldi al casinò con Jack (Miller), niente di speciale, perchè si festeggia ma va bene festeggiare ma non posso dimenticare che c’è un’altra gara e devo quindi rimanere concentrato, avremo modo dopo di festeggiare“, ha concluso il pilota Honda.