Giovedi 8 Dicembre

MotoGp, Marquez a gamba tesa su Rossi: “ha provato a destabilizzarmi…”

LaPresse/EFE

Intervistato in esclusiva ai microfoni di Marca, Marquez è tornato ad analizzare il suo rapporto con Valentino Rossi

Il circuito di Motegi resterà per sempre impresso nella mente di Marc Marquez, proprio sul tracciato spagnolo infatti lo spagnolo si è messo in tasca il quinto titolo della sua breve carriera, entrando di diritto tra i mosti sacri delle due ruote.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Intervistato in esclusiva da Marca, il pilota della Honda è tornato a parlare della sua rivalità con Valentino Rossi, svelando alcuni retroscena del loro rapporto: fare una guerra con Rossi fuori dalla pista non mi conviene. Beh, se qualcuno ti manca di rispetto, alla fine parli, ma perché ora dovrei entrare in guerra? Lui ha espresso la sua opinione, io già mi sono difeso, non devo farlo un’altra volta. Ho già detto quello che avevo da dire… Quando avrà da dire qualcosa di nuovo lo farò, ma al momento non c’è. Valentino è sempre stato veloce in pista, ma anche fuori. E’ molto intelligente e riesce a scavare goccia a goccia anche la roccia, ha provato a destabilizzarmi in questa stagione ma fortunatamente sono riuscito a centrare il mio obiettivo.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Ci può essere una guerra, ma se tu non partecipi non c’è un seguito”. Un Marquez “pompiere” e pacifista, dunque: “nel mondo delle moto rispetto tutti i rivali e ammiro le qualità di ognuno, però non ho idoli. Già quando sono arrivato nella MotoGP sapevo che, alla fine, il tuo rivale non può essere il tuo idolo. Bisogna saper distinguere. Però ho un punto di riferimento che ovviamente terrò per me”.