Mercoledi 7 Dicembre

MotoGp, Lorenzo rivela: “sono stato condizionato dagli incidenti del passato”

LaPresse/Costanza Benvenuti

Jorge Lorenzo prova a spiegare cosa è successo oggi durante le qualifiche di Phillip Island, chiuse con il dodicesimo tempo

Sono finalmente terminate le qualifiche del Gran Premio d’Australia. Dopo un ulteriore slittamento, che ha visto le quarte libere prendere il posto delle qualifiche e quest’ultime essere rinviate di mezz’ora, i campioni si sono finalmente sfidati a caccia delle migliori posizioni della griglia di partenza.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Difficoltà per le Yamaha di Rossi e Lorenzo: il campione di Tavullia non è riuscito ad accedere alla Q2 e domani partirà quindi dalla 15ª posizione, il maiorchino invece si è piazzato solo 12° nella Q2 senza riuscire a migliorarsi. “Qui abbiamo trovato veramente il peggior scenario possibile – le parole dello spagnolo rilasciate subito dopo la qualifica – prima piove, poi non piove, quindi bisogna continuare a cambiare le gomme. Mi sono ritrovato a dover guidare con le slick anche su delle chiazze d’umido. Ho provato a migliorare, ma non ho mai sentito che la gomma fosse pronta per spingere, specialmente nella parte centrale della curva. Gli altri invece si sono fatti trovare subito pronti, quindi probabilmente io mi sono fatto condizionare anche dagli incidenti e dagli infortuni del passato. Inoltre con le peggiori condizioni qui a Phillip Island da 10 anni a questa parte è stata molto dura. Se pioverà siamo nel gruppo, non troppo distanti dai migliori, non siamo più messi male come ad Assen. Se invece sarà come in qualifica sarà una gara molto dura, perché farei fatica a trovare la fiducia per spingere e far funzionare le gomme. E’ chiaro che se le condizioni climatiche migliorassero, sarebbe meglio“.