Giovedi 8 Dicembre

MotoGp – Lorenzo in Ducati, Dovizioso punge Jorge: “per me è Rossi è stata più dura”

LaPresse/EFE

Andrea Dovizioso minimizza le difficoltà che dovrà affrontare Jorge Lorenzo nel suo passaggio dalla Yamaha alla Ducati

Mentre in Giappone termina la prima giornata di prove libere del Gran Premio di Suzuka di F1, i campioni della MotoGp si godono un altro poco di relax prima di trasferirsi anche loro fuori Europa per la gara di Motegi.

Intanto i piloti delle due ruote non perdono occasione di far parlare di sè. Non solo battibecchi tra Rossi, Marquez e Lorenzo, ad avere un rapporto un po’ conflittuale ci sono anche i ducatisti, Iannone e Dovizioso. In una recente intervsita a Motorsport il forlivese ha parlato senza peli sulla lingua nei confronti del suo compagno di squadra, che il prossimo anno passerà in Suzuki.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Dovizioso ha anche commentato l’arrivo di Jorge Lorenzo in Ducati nella prossima stagione, consapevole che il maiorchino dovrà affrontare delle difficoltà: “si, ma dovete tenere a mente che quando ho cambiato io la differenza tra le due moto era molto più grande di ora. La Yamaha è la moto più bilanciata del campionato, ma la nostra non ha più le grandi limitazioni del passato. Il cambio che abbiamo affrontato io o Valentino era molto più grande di quello a cui va incontro Jorge. Nonostante questo, non credo che sarà facile perché lui conosce solo la M1“, ha spiegato il ducatista.

Dovizioso-Stoner-Losail-2016Dovizioso racconta poi anche il suo rapporto con Casey Stoner, testimonial e collaudatore ufficiale del team di Borgo Panigale: “ovviamente il rapporto è cambiato molto, perché ora se mi può aiutare, lo fa. E’ molto propositivo ed ha cambiato il modo di guardare le gare. Prima lui odiava tutti e questo lo ha portato a ritirarsi e ad essere sempre arrabbiato. Ora ha quello che vuole, è più rilassato, quindi si avvicina per parlarti e passa il tempo con te. Che cosa porta? Cose buone. Diciamo che è un collaudatore, come Pirro, che è completamente coinvolto nello sviluppo della moto. Casey ha fatto diversi test ed ha dato il suo parere, ma la sua influenza quest’anno non è stata troppo grande perché non è stato sempre qui“.