Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Iannone svela: “sento un po’ di dolore. L’assenza nelle FP2? Semplice precauzione”

Rientro positivo in pista per Andrea Iannone, tornato in pista a Sepang dopo più di 50 giorni di stop

L’attesa è finalmente terminata e dopo qualche giorno di stop che ha permesso ai piloti di spostarsi e ambientarsi, si sono riaccesi nella notte italiana i motori della MotoGp.

Alessandro La Rocca/LaPresse

Alessandro La Rocca/LaPresse

Dopo la prima sessione di libere dominata dal neo campione del mondo Marc Marquez, il pilota Honda ha deciso di non scendere in pista per le FP2 a causa di un problema di gastroenterite. A stare davanti a tutti nelle FP2 è stato un sorprendente Jack Miller seguito da Crutchlow e Barberà. Per quanto riguarda le Ducati non è sceso in pista nelle FP2 Andrea Iannone che non ha voluto rischiare date le condizioni incerte della pista di Sepang: “Non è andata male questa mattina. Dopo quattro gare d’assenza sono molto contento, perché oggi ho avuto delle buone sensazioni fin dall’inizio sia con la moto che con la pista. Escluse le chiazze d’umido sull’asfalto, tutto è andato per il verso giusto. Sento un po’ di dolore, ma riesco a gestirlo molto bene per il momento e questo è molto importante per il resto del weekend”. 

iannoneNel pomeriggio, con la pista umida ma in assenza di pioggia, non ha fatto neanche un giro e il motivo è semplice: “in queste condizioni ho preferito non rischiare troppo, ma la cosa più importante è che ho buone sensazioni su tutti fronti: quello fisico, quello della moto e quello della pista. Non era scontato che sarebbe stato così dopo quattro gare d’assenza: sono solo due a due decimi e mezzo dalla vetta e questo è molto buono”.