MotoGp, Dovizioso fiducioso: “non c’erano grandi condizioni, ecco cosa dobbiamo capire”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Le sensazioni di Andrea Dovizioso al termine della prima giornata di prove libere del Gp della Malesia

L’attesa è finalmente terminata e dopo qualche giorno di stop che ha permesso ai piloti di spostarsi e ambientarsi, si sono riaccesi nella notte italiana i motori della MotoGp.

Dopo la prima sessione di libere dominata dal neo campione del mondo Marc Marquez, il pilota Honda ha deciso di non scendere in pista per le FP2 a causa di un problema di gastroenterite. A stare davanti a tutti nelle FP2 è stato un sorprendente Jack Miller seguito da Crutchlow e Barberà.

Alessandro La Rocca/LaPresse

Alessandro La Rocca/LaPresse

Per quanto riguarda le Ducati non è sceso in pista nelle FP2 Andrea Iannone che non ha voluto rischiare date le condizioni incerte della pista di Sepang, settimo invece Andrea Dovizioso: “non c’erano delle grandi condizioni ma quando hai un asfalto nuovo devi provare, devi capire per cercare di avere più indicazioni possibile, devi girare anche con le gomme d’acqua e poi ci siamo presi il rischio di girare con le intermedie, dobbiamo capire dove si asciuga e come è pericoloso perchè non sapevi dove era bagnato o meno, e non sapevi interpretare dove spingere e dove no”, ha dichiarato il ducatista ai microfoni di Sky Sport.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Le rain durano davvero poco, ma quando c’è poca acqua e in alcune curve c’è la una linea asciutta durano davvero poco. Sembra che Miller e Crutchlow hanno fatto il tempo con le slick quindi vuol dire che in queste condizioni che era abbastanza bagnata sono andate bene“, ha concluso il forlivese.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery