Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Brivio non ha dubbi: “Vinales ostacolerà Rossi, Lorenzo? In Ducati faticherà”

LaPresse/Costanza Benvenuti

Davide Brivio tra addii e nuovi arrivi: una stagione soddisfacente quella 2016 per la Suzuki

Nessuna pausa! La MotoGp continua a regalare forti emozioni. Dopo la gara sorprendente del Giappone che con le cadute di Rossi e Lorenzo e il primo posto di Marquez ha consegnato matematicamente il titolo mondiale al campione di Cervera, i piloti si sono immediatamente trasferiti in Australia dove domenica correranno sul circuito di Phillip Island.

Marquez tornerà il pilota folle, quello di sempre, che non deve più ragionare e pensare a cosa fare con cautela, mentre i due piloti Yamaha lotteranno con tutte le loro forze per il secondo posto.

Arrivano in Australia con uno spirito positivo gli uomini della Suzuki, reduci dal terzo posto di Vinales a Motegi. Uno spirito positivo non solo per la scorsa gara ma per tutta la splendida annata del team giapponese. Il giovane talento spagnolo si trova attualmente in quarta posizione, alle spalle di Lorenzo (17 punti da lui) e ciò rende soddisfatti gli uomini Suzuki.

davide-brivio-suzukiA rendermi più soddisfatto è il consolidamento nelle zone alte della classifica. L’obiettivo di Maverick a inizio stagione era stare nei primi sei costantemente e, soprattutto nella seconda parte, ci stiamo riuscendo. A parte Silverstone, dove abbiamo vinto nettamente, senza aiuti o situazioni strane, risolti i problemi nelle gare sul bagnato, da Brno in poi siamo sempre più spesso stati davanti“, ha dichiarato Davide Brivio in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

vinalesIl team manager Suzuki poi esprime il suo parere sul futuro di Vinales in Yamaha: “credo che arrivi pronto, dalla prima gara il suo obiettivo sarà stare davanti”. Mentre su Iannone, che prenderà il pilota dello spagnolo dice: “è uno molto veloce che ha dimostrato di valere i migliori. Se gli daremo una buona moto potrà portarla al vertice“.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Infine il team manager Suzuki spiega chi secondo lui farà più fatica ad abituarsi alla nuova moto tra Vinales, Lorenzo e Iannone: “Sulla carta penso Lorenzo. Nel paddock, al ristorante, ovunque, se ne discute regolarmente e ognuno dice la sua. Dico Jorge perché cambia da una Yamaha a una Ducati che sono molto diverse, Maverick sulla carta trova due moto abbastanza simili, Iannone una ciclisticamente più facile. Il pensiero popolare dice che Lorenzo forse faticherà di più, ma è anche vero che Ducati si prepara da un anno al suo arrivo“, ha concluso Brivio.